Sonia Bruganelli choc: «Ho abortito due volte». Lady Bonolis prende le distanze da Signorini

Giovedì 18 Novembre 2021
Sonia Bruganelli choc: «Ho abortito due volte». Lady Bonolis prende le distanze da Signorini

«Ho abortito due volte». Sonia Bruganelli, la spalla di Alfonso Signorini al Gf Vip torna a parlare della bufera che si è scatenata contro l'affermazione del conduttore del reality che si è detto contro all'aborto. «Noi siamo contrari ad ogni forma di aborto». Nonostante ancora non si sappia bene cosa intendesse Alfonso con quel «noi», Endemol ha preferito prenderne le distanze e molti vip tra cui Fedez, Chiara Ferragni e Selvaggia Lucarelli, ma anche Elena Santarelli dallo sudio de Le Iene, si sono scagliati contro il giornalista. Ci ha provato Samantha de Grenet a difendere Alfonso e in parte anche Sonia stessa. 

LEGGI ANCHE

Giulia De Lellis, cacciata dal bar per il cane? Un testimone dà una versione diversa

 

Sonia Bruganelli prende le distanze da Signorini

«Non mi sono sentita in difficoltà in quel momento - dice al sito Fanpage l'imprenditrice - ma io la penso in modo diverso ed è una mia opinione». La Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, racconta di avuto due interruzioni di gravidanza. «Purtroppo ho vissuto l’esperienza per due volte - aggiunge - A 22 anni, prima di conoscere Paolo ho praticato un aborto volontario perché la persona con cui stavo non si sentiva pronta, poi in forma spontanea prima della nascita di mia figlia. Credo che sia importante parlarne e ben venga la possibilità per le donne di abortire».

 

 

La posizione dell'opinionista

Quindi neanche Sonia è d'accordo con la posizione di Signorini, ma ci tiene a calmare le acque: «Non so cosa intendesse nello specifico Alfonso e il suo pensiero resta suo, chi si voleva dissociare si è dissociato - ha replicato - Non amo questa volontà di attaccare una persona fino a che non se ne veda il sangue. Non porta a nulla. Mi chiedo, se invece davanti alle parole di Giucas non avesse battuto ciglio, il giorno dopo ci sarebbe stata una levata di scudi da parte di chi è contro certe cose sui cani? Credo che tutto vada contestualizzato. La strumentalizzazione è dietro l’angolo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA