Sonia Bruganelli e Angelo Madonia, prima uscita di coppia alla mostra di Stefano Mezzaroma. Tra i vip Ilary Blasi

Si è svolta sabato 18 maggio presso l’Associazione Culturale Plus Arte Pulse a Roma, Viale Giuseppe Mazzini 1, la prima mostra personale “ICONIZE” di Stefano Mezzaroma presentata dalla Galleria Patrizia Anastasi

Sonia Bruganelli e Angelo Madonia prima uscita di coppia alla mostra di Stefano Mezzaroma. Tra i vip Ilary Blasi più felice che mai
Sonia Bruganelli e Angelo Madonia prima uscita di coppia alla mostra di Stefano Mezzaroma. Tra i vip Ilary Blasi più felice che mai
di Ida Di Grazia
4 Minuti di Lettura
Domenica 19 Maggio 2024, 16:11

Prima uscita ufficiale per Sonia Bruganelli e Angelo Madonia? Sembrerebbe proprio di sì. I due, che fino ad oggi hanno smentito ogni rumors su un possibile flirt tra loro, sono arrivati insieme alla mostra “Iconize” di Stefano Mezzaroma presentata dalla Galleria Patrizia Anastasi in zona Piazza Mazzini a Roma. Sorridente e felici come non mai, l'opinionista dell'Isola dei Famosi e l'ex ballerino di Ballando con le stelle, non si sono negati ai fotografi, alimentando così l'inevitabile gossip, ma non si sono lasciati andare ad alcuna effusione pubblica. Tantissimi i vip invitati una raggiante Ilary Blasi che presto vedremo su canale 5 alla conduzione di Battiti Live.

Sonia Bruganelli e Angelo Madonia

Che sia una uscita ufficiale o una trovata pubblicitaria quello che è certo è che tra Sonia Bruganelli e Angelo Madonia c'è sicuramente un grande feeling.

«Non la conosco da tanto tempo - aveva detto Madonia in una recente intervista - ma è una persona simpaticissima e intelligente.

Ci siamo conosciuti in Spagna perché è venuta a vedere Ballando. Era con altre persone. Abbiamo amici comuni, essendo un genitore preferisco passare con le mie figlie o con pochi amici. Mi piace organizzare serate in casa e cucinare per altri».

Sonia nella scorsa puntata dell'Isola dei Famosi giudicando il ballo di uno dei naufraghi aveva detto maliziosa: «Come sapete ormai mi intendo di ballo», e la Bruganelli sa benissimo come creare hype.

I Vip presenti alla mostra

Presenti all’evento, tra gli altri Ilary Blasi più sorridente che mai in uno splendido abito rosa a portafoglio che mette in evidenza il fisico statuario e che ha sdrammatizzato con dei grintosi stivali neri, Amedeo Goria, Angela Melillo, Fabiola Sciabbarrasi (moglie di Pino Daniele), Fioretta Mari, Gabriele Parpiglia e molti altri volti noti del mondo dello spettacolo e anche un reale: il Principe indiano Taybaly Imran. 

La mostra

“Iconize”” è la prima mostra personale di Stefano Mezzaroma  in collaborazione con Arteoratv di Roberto Porcelli e Giovanni Altamura, e con il sostegno di alcune delle officine di talenti più preziose. Nel corso della sua carriera, l’artista ha esplorato una varietà di stili e tecniche; dalla pittura classica ad olio e acrilico, passando per collage e la fotografia, fino alla sperimentazioni con diverse tecniche miste. Nonostante la diversità dei metodi impiegati, il centro della sua ricerca artistica è rimasto costante: l’interpretazione personale delle icone. Ed è lo stesso artista a motivarne la scelta.

«Tante sono le icone che ci accompagnano durante la nostra vita - ha spiegato Mezzaroma -  alcune in maniera silenziosa, altre s’impongono in maniera più evidente, ma tutte hanno la capacità di lasciarci qualche cosa: un ricordo, un’emozione, un’ispirazione». L’influenza di maestri dell’arte come Andy Warhol, Shepard Fairey, Banksy, Mr Brainwash, Mimmo Rotella, Roy Lichtenstein, Mario Schifano è palpabile nei suoi lavori. Mezzaroma si definisce un curioso autodidatta, che ha saputo carpire e reinterpretare i dettagli di questi giganti dell’arte per acquisire il proprio stile unico.

“Iconize” è un’immersione nel mondo delle icone che hanno segnato la vita e la carriera di Stefano Mezzaroma, un artista che celebra quest’anno i 25 anni di un percorso creativo ricco, suggestivo e variegato. Dopo un periodo di riflessione e ricerca silenziosa, questa mostra rappresenta un punto di svolta per Stefano Mezzaroma, di riconoscimento artistico e di riflessione sulla sua carriera. Questi lavori riflettono una nuova profondità nella sua ricerca iconografica, offrendo una nuova prospettiva e utilizzando per la prima volta il cartoncino come supporto. L’uso di tecniche di stencil con bombolette spray e la successiva incorniciatura con legno massello e vetro museale, esaltano ulteriormente l’unicità di ogni opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA