Sharon Stone e il botox: «Lasciata dal fidanzato perché ho detto no al ritocchino»

L'attrice spiega di aver fatto ricorso a trattamenti estetici in passato, ma di aver smesso dopo l'ictus che l'ha colpita nel 2001

Sharon Stone e il botox: «Lasciata dal fidanzato perché ho detto no al ritocchino»
Sharon Stone e il botox: «Lasciata dal fidanzato perché ho detto no al ritocchino»
3 Minuti di Lettura
Sabato 3 Settembre 2022, 18:01

Niente botox per Sharon Stone. Nemmeno (e soprattutto) se a chiederlo è il fidanzato di turno. L'attrice, 64 anni, ha rivelato a Vogue Arabia di essere stata mollata dall'ultimo uomo che ha frequentato - più giovane di lei - proprio per il suo rifiuto di sottoporsi al "ritocchino". Anzi, la sua risposta è stata tranchant: «Sarebbe probabilmente davvero bello per il tuo ego e per il mio se lo facessi». E lui a quel punto è scomparso. «Non era più interessato a frequentarmi», ha spiegato la Stone. Insomma, anche le star vengono scaricate. 

Charlène di Monaco trona sui social con la tenera foto dei figli Jacques e Gabriella

Tracce di botox però, nel passato di Sharon, ci sono: si è convinta a desistere dopo l'ictus che le ha causato un'emorragia cerebrale nel 2001, dopo il quale ha dovuto farsi iniettare più di 300 dosi di botox e filler per riprendere metà del viso. Da allora ha deciso che non vi sarebbe ricorsa mai più. «Da coccola di lusso è diventata sorta di enorme e doloroso bisogno neurologico», ha spiegato.

Sharon e le altre star anti-ritocchino

E sono diverse le star che, per svariati motivi, hanno deciso di dire addio definitivamente alla chirurgia estetica. Tra i tanti esempi, quello di Jane Fonda, 84 anni, che più volte ha sottolineato il suo rammarico per aver subito un lifting quando era più giovane, ammettendo che, se potesse tornare indietro, non lo rifarebbe. 

Ha confessato alla rivista Vogue: «Ho fatto un lifting e ho smesso perché non voglio sembrare distorta. Non sono orgogliosa di averne fatto uno. Mi sono detta “puoi diventare dipendente. Non continuare a farlo”. Molte donne probabilmente ne sono dipendenti senza saperlo».

La top model Linda Evangelista invece ha raccontato di aver avuto una rara reazione a una procedura di riduzione del grasso sei anni fa che l’ha lasciata “deformata”. La Evangelista ha fatto una causa da 50 milioni di dollari (vinta) per la coolsculpting dopo aver registrato la reazione allergica durante una procedura di riduzione del grasso che sei anni fa l’ha lasciata “deformata”. La diva ha sostenuto di essere stata lasciata «brutalmente sfigurata» dalla procedura di Zeltiq Aesthetics Inc, che secondo lei «ha fatto l’opposto di ciò che aveva promesso».


Altri, come la star di “Dirty Dancing” Jennifer Grey, hanno ammesso che la chirurgia plastica ha effettivamente peggiorato la loro carriera. Ha detto di essersi pentita di aver fatto due lavori al naso dopo aver recitato nel film di successo del 1987, dicendo che le rinoplastica l’ha portata a «perdere la mia identità e la mia carriera dall’oggi al domani». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA