Ponsostar Stormy Daniels, causa
a Trump: «Mai pagati i 130.000 dollari»

Stormy Daniels
Stormy Daniels
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Marzo 2018, 07:27 - Ultimo aggiornamento: 12:07

Una nuova bufera si abbatte su Donald Trump. Ennesimo capitolo della telenovela che riguarda il caso della pornostar con cui avrebbe avuto frequenti incontri sessuali.




Stormy Daniels ha fatto causa al presidente americano Donald Trump, affermando che il suo accordo per tacere sulla presunta relazione col tycoon è nullo. Questo perchè Trump non lo avrebbe mai firmato. Lo riporta il Washington Post, spiegando che l'azione legale è stata avviata presso un tribunale di Los Angeles.



Dalle carte emergerebbe come l'allora candidato presidenziale non abbia mai approvato il pagamento di 130 mila dollari che il suo avvocato sborsò nel 2006 per il silenzio della donna.

Il Dipartimento di giustizia americano intanto fa causa alla California e al suo governatore democratico Jerry Brown, con l'accusa di opporsi all'agenda del presidente americano Donald Trump sul fronte dell'immigrazione attraverso le cosiddette 'leggi santuariò che vanificano le decisioni prese dall'amministrazione federale. Si tratta dell'attacco più grave mai mosso da Washington alla California. Nel mirino tre leggi varate negli ultimi mesi in concomitanza con la stretta sugli immigrati, considerate incostituzionali. C

© RIPRODUZIONE RISERVATA