​Giorgia Soleri, il "sex toy" curativo per la vulvodinia: «Lo uso la sera per mezz'ora e mi rilassa»

L'influencer ha spiegato come allevia i dolori causati dalla patologia

Giorgia Soleri e gli esercizi per il pavimento pelvico: «Non riesco ad automassaggiarmi, ecco cosa uso»
Giorgia Soleri e gli esercizi per il pavimento pelvico: «Non riesco ad automassaggiarmi, ecco cosa uso»
di Redazione web
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Settembre 2023, 10:12 - Ultimo aggiornamento: 9 Settembre, 15:00

Giorgia Soleri è tornata a parlare della sua vulvodinia. L'attivista, ex fidanzata del frontman dei Maneskin, infatti, è diventata famosa proprio grazie al racconto di un tipo di patologia ancora poco conosciuto. 

Tramite lo strumento dei social, la 27enne milanese ha confessato più volte i dolori provati e il percorso che sta facendo per superare questo tipo di problema o, quantomeno conviverci in modo più semplice. Ma scopriamo insieme che esercizi fa Giorgia Soleri.

Giorgia Soleri, confessione social: «Al momento non ho sintomi, ma due giorni fa...»

Giorgia Soleri, la replica dopo gli insulti (per i peli) a Venezia: «Scegliere di non depilarsi è lotta femminista»

 

Giorgia Soleri e la vulvodinia

Di recente, l'influencer ha spiegato che la vulvodinia, cioè l'insieme dei dolori e fastidi all'altezza del pavimento pelvico, è personale.

Gli esercizi, quindi, sono da intendersi in maniera mirata e specifica, presumibilmente diverso per ogni persona. 

«Ci sono esercizi utilissimi: c'è l'automassaggio che mi ha insegnato la fisioterapista - ha spiegato Giorgia Soleri nelle sue Instagram stories -. Io non sono mai riuscita a farlo perché ho le unghie che sembrano delle lame e perché mi faceva particolarmente male, quindi ho comprato uno strumento e dei dilatatori da tenere all'interno, come fossero una maschera in posa. Li tengo una mezz'oretta la sera e servono a far rilassare la muscolatura». 

Le domande dei fan

Rispondendo alle domande dei fan, l'influencer ha poi scherzato: «Con tutte le visite e gli accessi in pronto soccorso per il dolore pelvico penso mi abbia visto a gambe aperte anche l'ultimo specializzando della provincia di Varese». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA