Meghan Markle, ex star del calcio difende i Reali: «Colore della pelle di Archie? Giusto chiederselo»

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Silvia Natella
Meghan Markle e il colore della pelle di Archie, star del calcio difende la Famiglia Reale: «Giusto chiederselo»

Da quando Meghan Markle e il principe Harry, genitori del piccolo Archie, hanno accusato di razzismo un membro della Famiglia Reale nella ormai nota intervista rilasciata a Oprah Winfrey, in molti si sono chiesti a chi si riferissero. Un mistero rimasto insoluto, ma che secondo l'ex star del calcio inglese John Barnes, di origini giamaicane, non ha niente a che fare con il razzismo.

LEGGI ANCHE

Meghan Markle regina di stile: la sua borsa Dior creata per Lady D va subito sold out (nonostante il prezzo)

LEGGI ANCHE

Meghan Markle, l'indiscrezione: «Ha problemi con il suo corpo, una volta Harry fu costretto a intervenire»

 

Meghan Markle e le accuse di razzismo ai reali 

Barnes è una delle poche celebrità che non parteggiano per la duchessa di Sussex ed è tra le tante persone di colore che non nutrirebbero simpatia per lei. Per il campione chiedersi di che colore sarebbe stata la pelle di Archie è stato più che legittimo e realistico. A riportare queste parole è il Telegraph che riprende l'intervista al Sunday Times Magazine. Barnes, padre di sette figli e sposato con una donna bianca, ha detto che la gente «si chiederà sempre» che aspetto avrà il bambino. Meghan ha messo in crisi la monarchia dopo aver raccontato a Oprah Winfrey che un membro della Famiglia Reale aveva espresso "preoccupazione" per la pelle di Archie prima che nascesse in un'intervista esplosiva all'inizio di quest'anno. La coppia non ha fatto nomi, ma ha escluso la Regina Elisabetta e il principe Filippo.

 

 

Meghan Markle, l'opinione di Barnes

L'ex calciatore Barnes, che ha scritto un libro sul razzismo (The Uncomfortable Truth About Racism), afferma che la domanda non era sorprendente. La maggior parte delle persone di colore non va in escandescenza davanti a quella curiosità e si aspetta questo tipo di conversazione in una famiglia mista. «Se ascolti quello che dice Meghan - spiega nell'intervista - i reali non si preoccupano se il bambino è scuro o meno, ma di come la gente lo vedrà perché sono realistici.... Non fingiamo che al pubblico non importi se si tratta di un bambino biondo con gli occhi azzurri o di un nero corvino, perché lo faranno». Per Barnes, dunque, è importante separare l'idea di razzismo e "il suo carattere come essere umano". «Il problema ora è che se non ti piace qualcuno, la gente ti chiamerà razzista, quando non ha nulla a che fare con questo», ha concluso.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA