La figlia di Galeazzi contro Mara Venier: «Gli voleva bene? Nessun messaggio di condoglianze»

A distanza da un anno dalla morte del telecronista sportivo, parla la figlia Susanna Galeazzi e sferra un duro attacco a Mara Venier

La figlia di Galeazzi contro Mara Venier: «Nessuno ha mai ricevuto le condoglianze. A Domenica In vestito da Topolino era imbarazzante»
La figlia di Galeazzi contro Mara Venier: «Nessuno ha mai ricevuto le condoglianze. A Domenica In vestito da Topolino era imbarazzante»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Novembre 2022, 11:38

È passato un anno dalla morte di Giampiero Galeazzi, il telecronista sportivo scomparso all'età di 75 anni a seguito di complicanze dovute al diabete, così la figlia Susanna, giornalista Mediaset, ha voluto ricordare il padre in una lunga intervista rilasciata al settimanale Diva e Donna. E lo fa lanciando un preciso attacco contro Mara Venier, storica amica e collega del padre. Basti ricordare che l'ultima apparizione del "Bisteccone" (così amava chiamarlo la collega) fu proprio da zia Mara nel 2019. Alla morte del giornalista Mara Venier ha dedicato un ampio spazio nella sua Domenica In, trasmissione che tra l'altro hanno anche condotto insieme con Giampiero. Ma dall'altra parte dello schermo c'è chi non ha apprezzato tutto questo, prima tra tutti Susanna Galeazzi, figlia del conduttore.  

Wanda Nara, la foto in costume è bollente. E con Icardi continua il tira e molla: spunta un “cuoricino”

Susanna Galeazzi contro Mara Venier

«La cosa più triste? Mio padre adorava Mara Venier. Ho avuto il dubbio e ce l’ho tutt’ora se lei gli abbia veramente voluto bene. Il giorno dopo la sua morte ha fatto una trasmissione da vedova sconsolata invitando a parlare di mio padre Marino Bartoletti che doveva presentare un suo libro e altri che non erano esattamente suoi amici. Nessun riferimento alla famiglia da parte di Mara. Nessun messaggio di condoglianze, nemmeno a mia madre. Mio padre sarebbe rimasto molto sorpreso e amareggiato».  Ma le critiche di Susanna continuano recriminando anche il ruolo del padre duranti gli anni di co-conduzione di Domenica In. 

L'intervista choc

«In alcuni casi era imbarazzante. Già come carattere era fuori dalle righe, vederlo mascherato da Topolino o da sparviero, vederlo ballare come un orso. Glielo dicevamo con discrezione che forse non era il caso, ma non ne ha mai tenuto conto». Per ora zia Mara non ha replicato, e non è detto che lo faccia.

La mancanza del papà

Susanna ha confidato di sentire molto la mancanza del padre e che spesso lo sogna: «Mi manca tutto. Mi manca tanto la sua voce, guardo il telefono, mi aspetto sempre una sua chiamata. Altre volte sono io che voglio chiamarlo. L’ultima volta che l’ho visto è stato una settimana prima di morire nella clinica di riabilitazione dove curava il suo ginocchio. Era felice quel giorno. I medici gli avevano detto che poteva ricominciare a camminare. Era pentito di essersi operato. Lui aveva perso la madre di leucemia, il padre d’infarto, ha sempre odiato gli ospedali e non credeva nella medicina. Ma quel giorno era felice».

© RIPRODUZIONE RISERVATA