Gianluigi Nuzzi contro Alda D'Eusanio: «Volevi fare la furbetta, siamo stufi di te»

Domenica 17 Maggio 2020 di Ida Di Grazia
Gianluigi Nuzzi
Gianluigi Nuzzi "smaschera" Alda D'Eusanio: «Volevi fare la furbetta, siamo stufi di te». Nei giorni scorsi Alda D'Eusanio è stata multata dai militari della Guardia di Finanza di 400 euro mentre era in un bar a Roma a causa di una presunta mascherina rotta. A Live non è la D'Urso il giornalista si è scagliato duramente contro la D'Eusanio.

LEGGI ANCHE: Pamela Prati: «Mark Caltagirone? Ero plagiata dal sistema. La parola 'bastarda' mi tormenta ancora oggi»




Gianluigi Nuzzi prima su Instagram poi in diretta a Live non è la D'Urso si è espresso duramente sulla multa della D'Eusanio a causa di una mascherina rotta.

Sulla storia della presunta mascherina rotta, Alda D'Eusanio aveva già parlato da Marco Liorni a Italia sì, anche in questo caso il dibattito si è acceso. Il giornalista su Instagram ha riassunto i verbali della Guardia di Finanza scrivendo così: «I finanzieri interrogano il gestore del locale e i dipendenti: tutti confermano che la mascherina non era rotta, che la D’Eusanio l’ha regolarmente indossata dopo le prime contestazioni e che l’avrebbe rotta fuori dal locale prima di girare il video dove fa la vittima. Fosse così... che vergogna!!!!».

In diretta dalla D'urso il conduttore di Quarto Grado ha sottolineato: «Quando noi personaggi pubblici commettiamo un errore dobbiamo pagare come gli altri, stare zitti e scusarci. Ci sarebbero dei verbali e delle persone che hanno visto la signora D’Eusanio senza mascherina Se uno sbaglia è giusto prendere la multa. Non è possibile che la mascherina si sia rotta nel momento in cui la Guardia di Finanza è entrata nel bar. Doveva tornare a casa e non dire ‘lei non sa chi sono io’. Volevi fare la furbetta dicendo di conoscere nomi di alti ufficiali della Guardia di Finanza, Siamo stufi di te». La D'Eusanio non ci sta e contrattacca: «Ho il video, non  ne voglio più parlare, ora partono solo le denunce».

Ultimo aggiornamento: 22:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA