Francesco Totti, pezzo da 90 per la separazione da Ilary: «Ha chiamato Annamaria Bernardini De Pace»

L'asso nella manica dell'ex Capitano

Francesco Totti, per la separazione da Ilary un pezzo da 90: «Ha chiamato Annamaria Bernardini De Pace»
Francesco Totti, per la separazione da Ilary un pezzo da 90: «Ha chiamato Annamaria Bernardini De Pace»
3 Minuti di Lettura
Martedì 30 Agosto 2022, 08:50

Nella vicenda che ha tenuto banco per gran parte dell'estate e promette grandi sorprese per i prossimi mesi – quella tra Francesco Totti e Ilary Blasi –, potrebbe presto entrare una figura dirimente come la regina dei matrimonialisti Anna Maria Bernardini de Pace.

 

L'avvocato Bernardini de Pace

Quella che per il momento è solo un'indiscrezione (riportata nel prossimo numero di Novella 2000, in uscita mercoledì, di cui Leggo ha un'anticipazione) che attende conferme, ma getta nuova luce sulla prossima separazione dei due coniugi. A chiedere l'intervento della matrimonialista sarebbe stato l'ex Capitano della Roma nella speranza di ottenere una separazione consensuale e, se possibile, meno dolorosa per i tre figli Cristian, Chanel e Isabel.

 

Se così dovesse essere, la Bernardini de Pace potrebbe chiedere che la casa di famiglia, la villa dell'Eur da 25 stanze, resti ai figli e che siano i genitori ad alternarsi con loro. «Conosco la Bernardini da tanti anni, è rintanata a lavorare nella sua casa di Monte Marcello, dove misteriosamente, però, il suo telefono "non prende", mi dicono» fa sapere dalle colonne del settimanale il direttore Roberto Alessi. «Ha assistito molti personaggi tra cui Romina Power nel divorzio con Al Bano Carrisi, Andrea Jonasson dopo l’abbandono di Giorgio Strehler, Katia Ricciarelli dopo la rottura con Pippo Baudo, Eros Ramazzotti nella separazione da Michelle Hunziker e penso che cercherà di proporre una separazione consensuale, come detto, la meno dolorosa per tutti».

All'ardua impresa di trovare un accordo tra i due coniugi lavoreranno, oltre all'ipotizzata Bernardini de Pace, Antonio Conte per Francesco Totti e Alessandro Simeone per Ilary Blasi. Due avvocati di razza, a cui attende un duro lavoro nei prossimi mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA