Enock Balotelli sposa la sua Giorgia. Super Mario testimone

Il sì arriverà a giugno del prossimo anno, probabilmente in una villa vicino a Como

Enock Balotelli sposa la sua Giorgia. Super Mario testimone
Enock Balotelli sposa la sua Giorgia. Super Mario testimone
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Febbraio 2022, 11:14

Enock Balotelli si sposa. È pronto a dire di sì, alla sua Giorgia e mettere su famiglia. Cicogna in arrivo? Lavori in corso . «Voglio due figli - ha confessato a Chi con tanto di foto in esclusiva il fratello minore di Mio Balotelli - E se uno sarà maschio non lo chiamerò Mario perché ne basta uno, che caratterialmente facile non è…».

Una storia d’amore quella con Giorgia Migliorati Novello cominciata due anni fa, dopo tanti anni di bella amicizia. Una proposta di matrimonio arrivata con un party da sogno al quale naturalmente ha partecipato anche Super Mario.

«Da tempo covavo l’idea di chiedere la mano alla mia compagna. In un primo mo- mento ho pensato a una cosa intima, tra di noi, ma volevo che rimasse un ricordo festoso e allora ci siamo scatenati…»

E così Enock ha organizzato una festa a sorpresa e mentre «eravamo in posa per una foto io mi sono staccato da lei, è partita la nostra canzone, di Bruno Mars, e sono apparsi tutti i nostri familiari. Io sembravo un matto felice, ballavo, e lei non capiva ancora, poi mi sono inginocchiato e tac, figura pessima».

Una pessima figura per colpa dell’emozione e così «quando le ho dato l’anello, non mi sono accorto che era al contrario. Ormai era fatta. Giorgia non mi ha lasciato nemmeno fare la proposta, mi ha detto subito: “Sì, lo voglio”. Doveva andare così ed è stato bellissimo».

Ma prima di farlo sapere alla sua amata è toccato comunicarlo a Mario. «La sua prima reazione? È stata richiedermelo per tre volte, pensando che fosse uno scherzo. Poi l’ho guardato fisso e gli ho detto: “Mario, è vero”. E lui, commosso, mi ha abbracciato e si è lasciato andare dicendo che era felice, che sono cresciuto, che questo è il momento giusto. Era orgoglioso di me. Subito dopo gli ho detto che sarà il testimone di nozze, il primo nome è lui, amo mio fratello».

Il sì arriverà a giugno del prossimo anno, probabilmente in una villa vicino a Como, poi «faremo una festa in Ghana dove andremo solo io e Giorgia. I miei genitori ci tengono».

Adesso Enock, vive e gioca in Turchia, ma il suo futuro lo immagina in Italia, a Brescia, «è lì che si formerà la nostra famiglia. Amo i bambini, ma un conto è giocare con i nipotini un altro è crescere il sangue del tuo sangue. Io spero di dare loro quel- lo che non ho avuto io. La mia infanzia non è stata facile, ma a loro non farò mancare il sorriso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA