Emma Marrone cambia (di nuovo) look e annuncia: «Da domani nulla sarà come prima». Cosa annuncia

Emma Marrone cambia (di nuovo) look e annuncia la novità: «Da domani nulla sarà come prima». Ecco di cosa si tratta
Emma Marrone cambia (di nuovo) look e annuncia la novità: «Da domani nulla sarà come prima». Ecco di cosa si tratta
4 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Novembre 2022, 17:34

Emma Marrone torna con una grande novità e per annunciarlo la cantante si mostra con un nuovo look: capelli mossi, biondi e lunghissimi. Uno stile nuovo di zecca, ma solo per fini promozionali perché Emma ha deciso di dire addio alla sua chioma bionda per tornare al suo colore naturale e un taglio molto più corto, proprio come ha mostrato sui social con un selfie pochi giorni fa, che ha convinto subito i fan.

La cantante salentina si sta preparando per il grande evento: da domani, 29 novembre, sarà disponibile sulla piattaforma Amazon Prime Video il nuovo documentario sulla vita dell'artista. Su Instagram Emma scrive: «Oggi il grande giorno. Siete pronti? Io no. Ma da domani nulla sarà come prima. Da domani sarà tutto molto più bello. Vi dedico tutto.. car* Sbagliat*. Vi voglio bene».

Il docufilm su Emma

«Se proprio devo scegliere da che parte stare, io sto da quella sbagliata». È un racconto intimo ma anche pubblico, fatto di vita, passioni, divertimento, famiglia, amicizia declinata in tutte le sue accezioni e una colonna sonora in comune, il docufilm Sbagliata Ascendente Leone con il quale Emma si rimette in gioco e si presenta senza censure.

Come nella vita reale, Emma ha puntato a farsi conoscere meglio e le immagini raccontato le sfumature di un'artista che cresce insieme a i suoi sogni, da realizzare e realizzati, nonostante gli ostacoli e la malattia che mette alla prova una, due, tre volte.

Dedicato al papà, scomparso di recente, il racconto per immagini di Emma da amici a Sanremo, passando per i tanti concerti e il tempo scandito dalle note della sua musica, è anche uno spaccato di normalità nella vita di un'artista, fatta di divertimento ma anche di crolli e della ricerca di ancore sicure alle quali aggrapparsi.

«Fare questo film è stato libertario e divertente - ha confessato Emma - perché ho scelto un racconto vero e diretto, dopo aver fatto grande lavoro di accettazione sue me stessa di accettazione. Mi sento libera, non ho scheletri nell'armadio e magari adesso certe battutine si fermeranno». Sullo sfondo, la voglia di mangiarsi la vita a grandi bocconi, tutti da gustare e per reagire anche ai momenti negativi.

«Non sono l'unica donna ad avere perso le ovaie giovanissima - ha spiegato ancora Emma a proposito della malattia che si è presentata a più riprese negli anni - e se la medicina ha fatto passi da gigante, molte persone vivono ancora nel Medioevo. Serve parlare di conservazione degli ovuli, fecondazione artificiale e di tutto il resto che si può fare. Le donne devono essere messe nelle condizioni di poter scegliere. Decidere di avere un figlio in una condizione del genere è un vero atto d'amore».

«Avevo iniziato a lavorarci - ha detto Emma - ma poi è successo quello che successo e mi sono dovuta fermare. Ho ricominciato e voglio prendermi il tempo giusto, senza pressioni. Mi si è aperta una vena artistica enorme in questi mesi di ritorno alla vita».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA