Cristian Imparato, bambino prodigio
attaccato dal web: «Non sono rifatto»

Cristian Imparato, bambino
prodigio attaccato dal web:
«Non sono rifatto»
di Valeria Arnaldi
Acclamato quando, bambino prodigio, vinse la prima edizione dello show “Io canto” condotto da Gerry Scotti, a otto anni di distanza Cristian Imparato viene pesantemente attaccato sui social, accusato di essersi “rifatto”.
Nei mesi scorsi, Imparato si è difeso via Instagram: «Non sono più un bambino, sono trascorsi ormai ben più di 8 anni dalla mia prima esibizione in tv. Nessuno e dico NESSUNO conosce la mia vita privata e la mia storia che porto sulle mie spalle e sulle spalle dei miei più cari con grande forza. Leggere certi articoli o certi commenti inopportuni mi fanno rabbrividire, molti ancora vivono negli anni 2000 dove chi si “rifà” viene visto male e giudicato, dove chi si mette un paio di lenti a contatto graduate colorate, è finto e sta per forza male! Ma voi?! Vi siete mai visti?!! Non vi fate schifo da soli a scrivere queste cose?!?!? Rifatevi il cervello».
Ora, in video collegamento a Domenica Live, racconta la sua storia.
«Non so se due lenti a contatto colorate possono definirsi chirurgia plastica. Ho 22 anni, io penso che qualche cambiamento in otto anni ci sta. Se avessi fatto qualcosa comunque sarebbero fatti miei, penso, ma non ho fatto nulla», ribadisce Imparato.
Imparato sostiene che i cambiamenti dei quali lo accusano alcuni internauti sono stati naturali, fatta eccezione per le lenti colorate, e molto dipende anche dai filtri usati nelle foto. 
«Si basano solo su foto per dire che sono rifatto - conclude - quando farò qualcosa sarò il primo a dirlo ma finora non ho fatto nulla».
Alcuni degli ospiti in studio, in particolare Karina Cascella, non gli credono. 
«Basta - dice Cristian Imparato - mi stanno massacrando». La "prova" arriverà dal vivo. Nelle prossime puntate, Imparato andrà in studio. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 23 Settembre 2018, 17:11 - Ultimo aggiornamento: 23-09-2018 17:23

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO