Claudio Bisio e la morte della madre: «Gli ultimi incontri con guanti e mascherina, senza poterla abbracciare»

Claudio Bisio e la morte della madre: «Gli ultimi incontri con guanti e mascherina, senza poterla abbracciare»
Claudio Bisio e la morte della madre: «Gli ultimi incontri con guanti e mascherina, senza poterla abbracciare»
2 Minuti di Lettura
Domenica 30 Agosto 2020, 15:35 - Ultimo aggiornamento: 16:18

Claudio Bisio, in un'intervista in cui ha parlato delle ripercussioni dell'emergenza coronavirus sul teatro, ha affrontato anche l'argomento della morte della madre. L'attore milanese, che ha perso la mamma durante il lockdown, ha raccontato i ricordi dolorosi di quell'esperienza drammatica.




Al Corriere della Sera, Claudio Bisio ha spiegato: «Mia mamma aveva 91 anni e già non stava bene prima di tutto questo. Non c'è un problema Lombardia, il problema è a monte e vale per tutta l'Italia: c'è il peccato originale di aver fatto decadere il ruolo dei medici di base. Spero che questa lezione sia servita per invertire la rotta. La cosa più triste è stata andarla a trovare a casa, con mascherina e guanti. Non capiva perché non la potessi abbracciare, è stato molto duro».
 

 

Sul lockdown, fatta eccezione per il grave lutto, Claudio Bisio si esprime così: «Non ho vissuto poi così male, avevo una vita rigidamente organizzata ma, superata l'ansia iniziale, trovi la forza di affrontare una sfiga collettiva. Impari a prendere i ritmi con filosofia, sul balconcino di casa mi sono pure abbronzato. L'aria era pulita, nel silenzio sentivo uccelli mai sentiti prima e anche il vicino di casa aveva la testa meno bassa: eravamo tutti più umani». Sul momento duro del teatro: «I teatri vuoti sono molto tristi, teoricamente rappresentano il fallimento di chi fa il nostro mestiere. Ma ho capito che il futuro è il digitale, che in questi mesi ha dimostrato di essere un'alternativa vincente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA