Christian De Sica a Verissimo: «Ho avuto il Covid. Mio cognato Carlo Verdone è terrorizzato»

Sabato 19 Dicembre 2020 di Emiliana Costa
Christian De Sica a Verissimo: «Ho avuto il Covid. Mio cognato Carlo Verdone è terrorizzato»

Christian De Sica a Verissimo: «Ho avuto il Covid. Mio cognato Carlo Verdone è terrorizzato». Oggi, l'attore romano è stato ospite nel salotto di Silvia Toffanin e si è raccontato a cuore aperto, tra famiglia e carriera. De Sica ha rivelato di aver avuto il Covid.

LEGGI ANCHE:

LEGGI ANCHE:

 

«Per fortuna - spiega - quasi asintomatico. Solo una grande fiacca. Mi sono chiuso in camera e ho visto tutti i film che non avevo visto. Non ho avuto paura nonostante la mia età sia a rischio, il prossimo anno compirò 70 anni. Forse sono un incosciente. Mio cognato Carlo Verdone è terrorizzato».

 

 

Poi De Sica, parla del rapporto con papà Vittorio: «Mio padre, quando ero a Lettere all'Università, si vantava con gli altri dei miei 30 e lode. Quando ha saputo che andavo in giro con Massimo Boldi e il nostro gruppo gli è preso un colpo. Ma ho fatto bene, perché è morto quando avevo 23 anni e io avevo già un mestiere in mano. Era molto affettuoso, a 18 anni voleva che mi sedessi ancora sulle sue ginocchia. Aveva due famiglie, ma ho contato cinque figli. Il giorno del suo funerale, ho visto una 'buzzicona' sulla sua tomba che metteva una madonnina. Si è girata e aveva la mia faccia. Mi disse che era figlia di Ines, la sarta. Chiedi spiegazioni a mia madre e lei 'lasciamo perdere'. Il primo film - conclude - l'ho fatto con Roberto Rossellini, adesso sto girando il mio 112esimo film».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA