Brad Pitt contro Angelina Jolie: ancora una sconfitta in tribunale

Brad Pitt contro Angelina Jolie: ancora una sconfitta in tribunale
Brad Pitt contro Angelina Jolie: ancora una sconfitta in tribunale
3 Minuti di Lettura
Sabato 23 Luglio 2022, 15:26

Brad Pitt ha perso la causa contro Angelina Jolie per la vendita di Chateau Miraval. L'attore aveva portato a processo l'ex moglie poche settimane fa dopo che l'attrice aveva venduto di nascosto le sue azioni dell'azienda vinicola francese, acquistata insieme nel 2008.

 

 

Brad Pitt ancora sconfitto da Angelina Jolie

Nella splendida tenuta provenzale, dove la coppia era convolata a nozze nel 2014, Brad Pitt ha profuso energie e risorse per accrescerne le potenzialità. La decisione dell'ex moglie di cedere la sua partecipazione al gigante di liquori Stoli ha scatenato una catena di processi tra Stati Uniti, Francia e Lussemburgo. L'ultima richiesta era stata quella di portare davanti ai giudici alcuni documenti di Pitt, del suo business manager e della sua azienda, la Mondo Bondo.  

Proprio questa pretesa ha spinto l'attore a denunciare l'ex, pur di non cederle i documenti personali. Un giudice di Los Angeles ha dato però ragione all'ex modella, che potrà entrare in possesso delle carte.

«Qualsiasi essere umano razionale sarebbe felice di [avere come partner] Stoli nella propria attività. Hanno un marketing e una distribuzione di prim'ordine» riferiscono a Page Six alcune fonti vicine a Jolie, spiegando che l'azienda offre enormi opportunità per far crescere il business. «[Brad Pitt] non riesce proprio a vedere oltre il proprio odio per la Jolie».

Già in passato, quando era ancora sposato con Angelina Jolie, Brad Pitt aveva rifiutato un'offerta di Stoli. «Il modo migliore per mantenere il valore [per i loro figli] è che i genitori mantengano la piena proprietà di questo bene sempre più prezioso e in espansione» sostengono i legali dell'accusa, spiegando come l'idea di vendere una parte del business sia contraria al piano di lunga data del premio Oscar, che vorrebbe invece reinvestire i profitti nell'azienda.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA