Belen, la figlia portata in terapia intensiva per qualche ora, poi torna il sorriso

Mercoledì 14 Luglio 2021 di Elisa Fais
La foto pubblicata da Belen sul proprio profilo Instagram

PADOVA - È passata la paura per la piccola Luna Marì, nata da pochi giorni, ma già diventata una celebrità. Un intero piano della Clinica ostetrica dell’Azienda ospedaliera è stato dedicato a lei e a Belen Rodriguez, con tanto di ordine di servizio.
La bimba nelle scorse ore è stata portata in stanza dalla mamma, dopo un breve periodo di monitoraggio nel reparto di terapia intensiva neonatale. Il passaggio nel reparto d’emergenza si è rivelato necessario subito dopo la nascita, per valutare la funzionalità respiratoria e l’attività cardiovascolare della piccola. Lo spavento iniziale però è passato subito, grazie alla professionalità dell’equipe guidata dal professor Eugenio Baraldi. La piccola sta bene, è in ottime condizioni di salute e adesso può godersi i primi preziosi momenti di vita accanto la madre. La showgirl l’ha voluta subito accanto a sé, per cambiarla da sola e prendersi cura di lei con amore.

LEGGI ANCHE

Belen e il parto a Padova, il giallo del cartello appeso e del terzo piano della clinica blindato

 


Nata con parto naturale, Luna Marì pesava 2,9 chili. Le doglie sono iniziate in contemporanea con il countdown della finale Italia-Inghilterra e la bimba è nata 47 minuti dopo la mezzanotte di lunedì. Il parto è avvenuto alla quarantesima settimana di gravidanza, per sicurezza la bimba è stata portata in terapia intensiva Neonatale per verificare che tutto andasse bene. Luna Marì è stata tenuta sotto osservazione dai medici e dai sanitari per qualche ora: l’obiettivo era verificare che la neonata respirasse correttamente da sola, per allontanare il rischio di complicanze improvvise. Alla fine è andato tutto liscio, per la felicità di Belen e del compagno Antonio Spinalbese.



SU INSTAGRAM
L’altro pomeriggio, infatti, Belen ha commentato su Instagram: «Siamo di una felicità indescrivibile». «C’è qualcuno che è nato adesso. Giornata fortunata. Ha vinto l’Argentina, ha vinto l’Italia ed è nata Luna», aveva scritto ai suoi 10 milioni di followers poco dopo il parto. Il neo papà, rivolgendosi a Luna, ha aggiunto: «Ti conquisterò ogni singolo attimo, perché hai il profumo di felicità». La showgirl ha avuto la secondogenita dal compagno Antonino Spinalbese, parrucchiere 26enne che l’ha resa nuovamente mamma dopo Santiago, 8 anni, avuto con l’ex marito Stefano De Martino.
L’unità di terapia intensiva e patologia neonatale è un centro di terzo livello di eccellenza ed alta specializzazione, con funzione di hub regionale, che gestisce circa 400 ricoveri all’anno. Arrivano al reparto oltre 120 neonati con peso alla nascita inferiore al chilo e mezzo ogni anno. L’attività assistenziale della Patologia neonatale è rivolta a pazienti neonati sia interni che esterni, nati a termine e pretermine, che necessitano assistenza intensiva o accertamenti diagnostici specialistici. Il nido, inoltre, si occupa 24 ore su 24, delle pratiche di allattamento e puericultura dedicate alla mamma.

LA CORTINA DI PRIVACY
Non era mistero che la soubrette argentina stesse trascorrendo gli ultimi giorni prima del parto all’isola di Albarella e nemmeno la sua intenzione di partorire a Padova, realtà super specialistica capace di rispondere a tutte le necessità che un neonato possa presentare. La ginecologa che ha seguito la gravidanza è la dottoressa Alessandra Andrisani, moglie di Guido Ambrosini, anch’egli ginecologo, due nomi molto conosciuti e stimati nell’ambiente medico. Fitta la cortina di privacy alzata attorno ai neogenitori Belen e Antonino Spinalbese e alla loro piccola. La clinica è stata mantenuta inaccessibile a fan e curiosi. Non poca curiosità e più di qualche polemica ha poi destato l’immagine di un cartello rimbalzata sui telefonini di mezza Italia che recita: “Causa Belen e fino a nuovo ordine in divisione ostetrica negli ascensori 4 e 7 i pulsanti relativi al terzo piano sono disabilitati”. La veridicità del messaggio non è stata confermata ufficialmente, ma tutto lascia supporre che la showgirl stia trascorrendo il puerperio proprio al terzo piano.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA