La topmodel Bar Rafaeli condannata per evasione fiscale: "Mi pento delle mie azioni"

Martedì 15 Settembre 2020 di Nico Riva
Bar Rafaeli

Alla fine per la topmodel Bar Rafaeli è arrivata la sentenza: 9 mesi di servizi socialmente utili. Domenica, i giudici hanno condannato la bella israeliana per il reato di evasione fiscale. E, in fondo, poteva pure andarle peggio: sua madre infatti, per lo stesso reato, ha ricevuto una condanna di 16 mesi di reclusione. 

LEGGI ANCHE: Bar Refaeli a Verissimo: «Aspetto un figlio maschio. Leonardo DiCaprio? Non guardo più i suoi film»

Si conclude così un caso giuridico (e mediatico) durato quasi 5 anni. Era il 2015 quando le autorità intervenirono per la prima volta per indagare sugli affari della supermodel Bar Rafaeli e di sua madre Zipi, che lavorava come manager della figlia. Le due, stando a quanto emerso dall'inchiesta, avrebbero evitato di dichiarare milioni di dollari al fisco israeliano. Uno dei volti più conosciuti dell'intero Paese, fu travolto dallo scandalo. 

Oltre alla condanna, mamma e figlia dovranno inoltre sborsare 2 milioni e mezzo di Shekels (730mila dollari) come sanzione. Oltre ovviamente a restituire i milioni evasi. Stando alle dichiarazioni rilasciate in aula dalla star 35enne e riportate dalla Cnn, Bar Rafaeli sembrerebbe aver imparato la lezione: "Vi garantisco che non mi vedrete mai più in tribunale. Mi pento delle mie azioni". La modella ha poi aggiunto che al tempo degli illeciti commessi, aveva poco più di 20 anni, ma ora dirige i suoi affari in maniera pulita. 

Ultimo aggiornamento: 15:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA