A 7 anni muore carbonizzata nell'incendio della casa in cui vive con la famiglia, in salvo la mamma e una sorella più piccola

Servigkiano. A otto anni muore carbonizzata nell'incendio della casa in cui vice con la famiglia, in salvo la mamma e una sorella più piccola
Servigkiano. A otto anni muore carbonizzata nell'incendio della casa in cui vice con la famiglia, in salvo la mamma e una sorella più piccola
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Gennaio 2020, 08:51 - Ultimo aggiornamento: 14:16

SERVIGLIANO - Un bimba sette anni ancora da compiere è morta nnel'incendio dell'abitazione in cui viveva cona la fmiglia a Servigliano. Salve la mamma e la sorellina minore di 6 anni. L'incendio probabilmente è scaturito da un  corto circuito. L'abitazione della tragedia si trova in centro storico . La famiglia è di origini kosovare. 
Solo i vigili fuoco, intervenuti da Amandola e Fermo sono poi riusciti a raggiungere la bambina, ma ormai non c'era più nulla da fare. La madre e la sorellina sono ricoverate al Pronto soccorso dell'ospedale di Fermo e sarebbero in buone condizioni. L'allarme è scattato intorno alle 3. Sul luogo sono intervenuti i carabinieri di Montegiorgio, la Croce Azzurra di Santa Vittoria in Matenano, il 118, e i vigili del fuoco di Amandola e Fermo, con due autopompe, un'autoscala e una Campagnola. Sul posto anche le forze dell'ordine. Si indaga sulle origini dell'incendio.  È giunto anche il magistrato.

Si era trasferita lo scorso settembre a Servigliano nell'appartamento di Circonvallazione Clementina 138, la famiglia originaria del Kosovo nella cui abitazione si è sviluppato la notte scorsa, verso le 3, un incendio costato la vita a una bimba, sette anni ancora da compiere. Nella casa la vittima viveva con la sorellina più piccola, nata nel 2015, il padre, 40enne, operaio in una ditta edile, e la mamma, casalinga, poco più giovane. Al momento del rogo la madre si è svegliata sentendo un odore acre ed è riuscita a portare fuori solo la più piccola delle bimbe, nate in Italia, tra Marche e Abruzzo, senza poi riuscire a rientrare per salvare anche l'altra. Il padre sarebbe arrivato in un momento successivo quando la tragedia si era consumata. Sul posto vigili del fuoco, i carabinieri, gli esperti della scientifica e un magistrato della Procura di Fermo per i primi accertamenti finalizzati a ricostruire le cause dell'incendio nell'abitazione, ora sotto sequestro, situata al primo piano di una palazzina su due livelli nella cortina muraria del centro storico sulla Circonvallazione Clementina al civico 138.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA