La vendita dell’auto era una truffa, smascherato l’autore del raggiro

Sabato 3 Aprile 2021
Un blitz dei carabinieri di Fermo

FERMO - I carabinieri di Fermo smascherano un truffatore mentre continuano i controlli per il rispetto della normativa anticovid. Due, in questo caso, le persone sanzionate.

 

In particolare i militari della stazione di Monte Urano, coordinati dal luogotenente Antonio Garagiuli, al termine di un’indagine condotta anche sul web, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo un 47enne messinese per una truffa messa a segno nei confronti di un commerciante del luogo il quale, dopo aver condotto le trattative per l’acquisto di una Fiat Panda, è stato indotto a versare, con bonifico un bancario, 2.200 euro senza poi ricevere il veicolo acquistato.  I carabinieri hanno ricostruito l’intera vicenda fornendo all’autorità giudiziaria tutti gli elementi necessari che “inchiodavano” il truffatore alle proprie responsabilità. 

LEGGI ANCHE:

Bazar dello spaccio sul lungomare: ventenni arrestati con quasi due kg tra hashish, cocaina e marijuana

Emergenza Covid, il sindaco chiude la pista ciclabile del Castellaro. In spiaggia i controlli con il quad


Continuano anche i controlli per il contrasto alla diffusione della pandemia. Secondo l’ultimo report, i carabinieri della compagnia dei carabinieri di Fermo hanno proceduto al controllo di parchi, giardini e altri luoghi di assembramento, sottoponendo a specifiche verifiche 22 esercizi pubblici.


Nell’occasione sono stati controllati 98 veicoli e identificate 136 persone. Una di loro è stata multata dai carabinieri di Montegranaro, coordinati dal luogotenente Giancarlo Di Risio, e l’altra dai carabinieri di Porto San Giorgio, guidati dal maresciallo maggiore Antonio D’Amato: entrambe sono state trovate fuori dal loro Comune di residenza senza una giustificazione valida. 


I controlli continueranno anche nei prossimi giorni. Anzi: in occasione delle feste di Pasqua è previsto un giro di vite visto che saremo ancora in zona rossa. Dopo Pasqua l’allentamento grazie al rientro delle Marche in zona arancione. Occorre fare attenzione per evitare multe salate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA