Pioggia di milioni per il cratere, ma nei Comuni non c'è personale. Vergari: «I giovani se ne vanno»

Sabato 22 Gennaio 2022
Pioggia di milioni per il cratere, ma nei Comuni non c'è personale. Vergari: «I giovani se ne vanno»

SANTA VITTORIA IN MATENANO - Una montagna di finanziamenti diretti a più opere pubbliche interesseranno tutto il Comune, a partire principalmente dal centro abitato. Finanziamenti da vari canali, in gran parte disponibili, per quasi 5 milioni di euro.

 


Spesso però sono i vari passaggi burocratici che ritardano la realizzazione. Problematiche ormai sollevate da tutti i Comuni, specialmente piccoli, che già hanno un apparato tecnico interno scarno. «Abbiamo un ufficio tecnico – dice il sindaco Fabrizio Vergari – dove in un anno e mezzo si sono alternati 5 o 6 addetti, giovani tecnici a tempo determinato, in aggiunta per il post sisma, che dopo un po’ lasciano per spostarsi in altri Comuni o per cambiare occupazione. Vengono formati e poi se ne vanno. Su uno stesso progetto magari si alternano più persone. Questo è un ulteriore motivo di ritardo delle tempistiche, senza contare quelle esterne. I passaggi sono sempre tanti».


«Se non si semplifica - continua il sindaco – si rischia sempre di non rimanere entro i tempi imposti. Occorrerebbe più possibilità per fare affidamenti diretti nei lavori senza passare attraverso le gare d’appalto che portano via molto tempo e complicazioni». Comunque di carne al fuoco ce n’è molta. A partire dall’ex piscina dismessa da diversi anni e interessata, qualche tempo fa, anche da un incendio. Il nuovo progetto vede la trasformazione in un palazzetto dello sport con 1 milione e 330mila euro. Si sta cercando di fare l’affidamento per la progettazione. Altre risorse sostanziose dal Pnrr, con 910mila euro, destinate al rifacimento di due importanti piazze del centro storico del paese. Sarà tolto l’asfalto e sostituito con i sanpietrini.

Ma non sarà trascurato il territorio con 275mila euro da investire nel miglioramento della viabilità rurale. Poi i lavori del sisma. Già stanziati i fondi per 174mila euro per ristrutturare un’ala del Comune. Altri 580mila saranno impegnati per la ricostruzione, da parte del ministero della Cultura, della chiesa della Resurrezione, il più antico luogo religioso dei Farfensi, con all’interno la cappella degli Innocenti che conserva affreschi del 1200. Dai fondi Cis, con 850mila euro, progetto e finanziamento per la riqualificazione di un ex ospedale attivo fino agli anni ’40. Sarà riconvertito in un ostello per il turismo.


E ancora investimenti per migliorare il paese e il territorio. Ricostruzione del campo da tennis, iniziati i lavori per 60mila euro. Parte fra poco la riqualificazione del Parco della Rimembranza con 125mila dal Gal Fermano e 66mila euro per il mantenimento e abbellimento del verde pubblico. Quindi nuovi pali per illuminazione a led a Ponte Maglio per 100mila euro e nuovo marciapiede in viale della Vittoria per 150mila Infine rinnovato il campo di calcio di Ponte Maglio che porta avanti attività gestite dall’associazione United Sibillini, come una scuola calcio con circa 90 bambini, una squadra di calcio femminile e, in previsione, una con ragazzi down.

© RIPRODUZIONE RISERVATA