Santa Vittoria in Matenano, col Fai
un pienone di visitatori nel paesino

Giovedì 24 Marzo 2016
I ciceroni di Santa Vittoria in Matenano

SANTA VITTORIA IN MATENANO - Il 19 e il 20 marzo si sono tenute le giornate Fai di primavera che hanno coinvolto oltre la città di Fermo alcuni paesi dell’entroterra: Santa Vittoria in Matenano, Montefalcone Appennino e Montelparo. Grazie a questa iniziativa si è data l’opportunità finanche il privilegio di identificare e far conoscere ai visitatori i loro nascosti tesori artistici, culturali e paesaggistici.

Santa Vittoria in Matenano, nello specifico, è stata per due giorni attrice protagonista ed apprezzata per la sontuosità del patrimonio di indiscusso pregio storico-culturale, onore e merito della sua storia legata alle antiche origini “farfensi”. Sommersa da una moltitudine di gente come non accadeva da ormai troppo tempo.

A tal proposito, il consigliere di maggioranza Cristina Panaioli che, con estrema dedizione, ha seguito di persona il progetto afferma: “La scelta del nostro territorio voluta dal presidente Fai della delegazione di Fermo Patrizia Cirilli è stata acuta e di cuore. Difatti i poli d’attrazione del pubblico sono stati quegli edifici che, parzialmente chiusi durante l’anno, hanno respirato per l’avvenimento aria nuova. Il cuore dell’organizzazione, così come è nello spirito del Fai, è stato rappresentato dai giovani alunni delle scuole medie (Antolini Giulio, Belleggia Elia, Marini Melissa, Pierdominici Christian, Sgalletta Anastasia, Angelini Francesco, Antolini Greta, Belleggia Alessandro, Caraffa Emma, Diletti Margherita, Mancini Alessia, Pallotti Giulia, Rastelli Francesco, Tufina Alessia, Vergari Matilde, Virgili Lorenzo, Zeppilli Camilla, Antolini Chiara, Caferri M. Giulia, Gualtieri Luca, Paolucci Giampaolo, Brizzola Matteo, Terribili Elia) che, da  apprendisti ciceroni, preparati con zelo dai loro insegnanti, Berducci e Giannini, hanno interagito con i visitatori istruendoli dettagliatamente sul pregio artistico, architettonico e storico dei palazzi, muniti di cartina è iniziato il percorso.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA