Raccolta dei rifiuti, partenza in salita a Casette d’Ete: «Tanti ostacoli, c'è anche il Covid»

Venerdì 28 Gennaio 2022 di Pierpaolo Pierleoni
Raccolta dei rifiuti, partenza in salita a Casette d Ete: «Tanti ostacoli, c'è anche il Covid»

SANT’ELPIDIO A MARE  - Ha preso in mano il servizio di raccolta rifiuti da poco più di tre settimane, la Impregico, vincitrice dell’appalto di igiene urbana. Dopo le fibrillazioni in attesa del responso del Tar, arrivato la settimana scorsa e favorevole al Comune sulla regolarità della gara, l’azienda può operare a pieno regime ed anche in serenità, senza la spada di Damocle di una sentenza che avrebbe potuto ribaltare l’aggiudicazione. Ma in questa fase d’avvio sono state diverse le criticità.

 


Le rimostranze sono arrivate in particolare dalle frazioni, soprattutto Casette d’Ete, dove diversi nuclei familiari hanno lamentato il mancato ritiro dei rifiuti in alcune giornate. Carenze anche per quanto riguarda il ritiro indifferenziato nelle abitazioni “visitate” dal Covid. Nei giorni scorsi l’azienda ha avuto un primo tavolo tecnico con l’amministrazione. «Il subentro è avvenuto in un periodo particolare – spiega l’assessore all’ambiente Alessio Pignotti -. La raccolta rifiuti è servizio primario per i cittadini. Nel corso dell’incontro abbiamo affrontato in particolare la raccolta rifiuti Covid, una problematica esplosa in maniera palese e sotto agli occhi di tutti. Non è una scusante verso la nuova ditta, ma è comprensibile si sia trovata a gestire un servizio nuovo nel periodo peggiore per iniziare». Le normative prevedono che nei nuclei dove si registrano positività al virus venga sospesa la raccolta differenziata e si provveda a ritirare tutti i rifiuti in un unico contenitore indifferenziato.


Dai problemi alle soluzioni. In fase di redazione un protocollo ad hoc per i rifiuti Covid, che entrerà a regime a giorni. Il sindaco Alessio Terrenzi confida che «le criticità si risolvano in qualche giorno, stiamo mettendo il massimo impegno, arrivano tante segnalazioni. L’azienda si è dovuta organizzare per gestire un territorio nuovo in una situazione delicata. La pandemia non ha risparmiato neanche i dipendenti. D’altra parte l’aumento di sacchi neri Covid accade ovunque e lo stiamo affrontando assieme agli altri sindaci». Pignotti conclude con l’auspicio che la gestione, superato un avvio complicato, possa proseguire ora con regolarità. «I nostri uffici sono in prima linea per risolvere le varie questioni, li ringrazio come ringrazio i cittadini per la pazienza e la collaborazione nel segnalare le situazioni critiche».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA