Potes senza il medico, il caso in Parlamento: le tante spine dell'Area vasta

Giovedì 3 Marzo 2022
Potes senza il medico, il caso in Parlamento: le tante spine dell'Area vasta

SANT'ELPIDIO A MARE - La Potes di Sant’Elpidio a Mare senza il medico arriva fino in Parlamento. L’argomento è al centro di un’interrogazione presentata in Senato al ministro della salute Roberto Speranza, a firma del parlamentare del Pd Francesco Verducci, insieme ai colleghi Laura Boldrini, Vanna Iori, Vincenzo D’Arienzo, Caterina Biti.

 

 

Nella seduta del 25 febbraio scorso, i senatori hanno interessato Speranza sulla Potes cittadina e più ingenerale sulla sanità del Fermano. La nota chiede se il ministro conosca la «grave situazione di difficoltà della sanità nell’Area vasta di Fermo e quali iniziative intenda assumere nei confronti della Regione per verificare l’equa programmazione di servizi e risorse».

«Occorreva tentare anche questa strada – commenta il Pd di Sant’Elpidio a Mare guidato da Loredana Marziali - affinché il servizio di ambulanze medicalizzato ritorni a Sant’Elpidio a Mare e sia h24. Quando si mettono al centro i cittadini si individuano altre strade per risolvere il problema».

L’interrogazione ricorda l’annuncio dello scorso gennaio che sarebbero rimaste solo 2 Potes medicalizzate e che in quell’occasione sono stati «resi noti numeri sulle carenze d’organico nel fermano, 40 infermieri, 20 Oss, 5 tecnici di laboratorio e 2 di radiologia, 4 assistenti sanitari, 10 amministrativi ed altri. L’assenza di medici a bordo delle ambulanze mette a rischio la capacità di offrire una prestazione emergenziale efficace». L’interrogazione tocca anche i problemi dell’area montana, dove «si assiste ancora al mancato rientro del reparto di Medicina ad Amandola.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA