Diego Della Valle dona il campo sportivo con parcheggio e spogliatoi: «Un servizio al paese»

Martedì 15 Settembre 2020 di Pierpaolo Pierleoni
Sant'Elpidio a Mare, Diego Della Valle dona il campo sportivo con parcheggio e spogliatoi: «Un servizio al paese»

SANT’ELPIDIO A MARE-  Un nuovo campo da calcio con spogliatoi, tribune, parcheggi e servizi, su un’area complessiva di 53mila metri quadrati. È il nuovo progetto presentato ieri pomeriggio da Diego Della Valle, insieme al sindaco Alessio Terrenzi e al prefetto Vincenza Filippi. Sarà pronto tra un anno, tutti i costi saranno a carico della famiglia alla guida del gruppo Tod’s. Un altro grande investimento per la collettività di Casette d’Ete, dopo la scuola primaria e il centro giovanile.

Un’opera che l’imprenditore definisce come «un servizio al paese, non un omaggio. Facciamo quello che serve, noi viviamo qui da sempre; lo consideriamo un dovere prima che un piacere. L’impianto sarà quanto di più moderno si possa fare e il progetto è pensato per fare anche altri interventi nei prossimi anni. Faremo presto, in genere siamo veloci».
 
Nell’occasione, Della Valle lancia un messaggio di unità. «È un momento complicato per il mondo intero. C’è tanta incertezza, a partire dal lavoro, ora più che mai abbiamo bisogno di essere uniti e compatti. Mancano pochi giorni alle elezioni, chiunque vinca, si ricordi che le cose si fanno insieme e non vale solo per la politica. Da lunedì si parla a senso unico su cosa si può fare per il Paese e per i giovani. Serve una visione alta». C’è anche Filippo, il figlio di Diego, che ricorda di aver militato nella scuola calcio del Casette d’Ete: «Fa piacere per i ragazzi e la società, saranno felici di tornare a giocare a casa». Il prefetto Filippi elogia «un gesto di alto valore simbolico per il territorio. Non è solo sport, è una donazione che contribuisce alla legalità, perché dove i ragazzi vengono instradati ad essere attivi e ad avere interessi, si corre corre sul binario della legalità e i giovani sono meno portati a una logica della violenza e della sopraffazione». Per il sindaco Terrenzi «è un giorno bellissimo. Otto anni fa, appena diventato sindaco, ero un po’ in soggezione quando conobbi Della Valle. Ma mi ha messo subito a mio agio, è stato l’inizio di una collaborazione straordinaria e di un rapporto di stima. La scuola, il centro giovanile, le tante donazioni, come quella per la sede della Croce Azzurra, questa famiglia c’è sempre ed ha offerto un aiuto concreto e prezioso per tutto il territorio. Non possiamo che essere orgogliosi di questa stretta sinergia».
I dettagli
Tocca al progettista Giampiero Marconi entrare nei dettagli tecnici. L’area, di proprietà della famiglia Della Valle, misura 53.000 metri quadrati. Il campo da calcio sarà in erba vera, semiprofessionistico, quindi idoneo fino alla serie D, illuminato, con misure regolamentari Coni, una tribuna coperta di 300 posti, un parcheggio a servizio di squadra, arbitri e pubblico, biglietteria, bar, locali deposito. Sarà realizzata la nuova strada che dalla Brancadoro porterà all’impianto sportivo. In prospettiva c’è la possibilità di raddoppiare gli spazi e creare infrastrutture per altre discipline. Per fine ottobre avremo la concessione edilizia, il cantiere partirà a inizio 2021, per una durata di 6-7 mesi. Confidiamo di consegnare tutto per la prossima stagione sportiva».

© RIPRODUZIONE RISERVATA