Contesa, sfida fra le contrade a Sant'Elpidio a Mare. Per il sindaco Pignotti il debutto da podestà

Contesa, sfida fra le contrade a Sant'Elpidio a Mare. Per il sindaco Pignotti il debutto da podestà
Contesa, sfida fra le contrade a Sant'Elpidio a Mare. Per il sindaco Pignotti il debutto da podestà
di Pierpaolo Pierleoni
3 Minuti di Lettura
Domenica 14 Agosto 2022, 05:55

SANT’ELPIDIO A MARE - È la Contesa del settantennale, quella del ritorno al cerimoniale di sempre ed al corteggio per le vie del centro, dopo quello ridotto nei due anni segnati dal Covid. È il giorno della rievocazione più antica delle Marche, che rinnova la sfida tra le contrade Sant’Elpidio, San Martino, San Giovanni e Santa Maria. Dopo lo spettacolo Bandiere nella notte di venerdì, ieri sera la Contesa è partita a tutti gli effetti con la proclamazione ed investitura del Capitano del popolo.

 
Il nome
La scelta degli organizzatori per l’edizione numero 70 della rievocazione è caduta su Alessandro Bigioni, uscito come tradizione dal portone della Basilica della Misericordia per mostrarsi al pubblico di piazza Matteotti e ricevere la benedizione in Collegiata. Oggi, a partire dalle 16.30, la giornata clou della manifestazione. Raggiungeranno piazza Matteotti una dopo l’altra, le squadre ed i figuranti delle 4 contrade, in ordine inverso rispetto alla classifica dell’ultima Contesa, e delle 4 delegazioni foranee. Dopo i saluti del sindaco Alessio Pignotti, ad indossare per la prima volta i panni del podestà, il sontuoso corteggio storico sfilerà lungo corso Baccio per raggiungere il campo di gioco al vecchio stadio Mandozzi. È stato confermato l’itinerario adottato in via sperimentale nel 2021, con il passaggio lungo viale Roma, poi per via Po e via Moro, che concede, soprattutto nel primo tratto, uno splendido colpo d’occhio al pubblico.


Le previsioni
Si attendono migliaia di spettatori, tra residenti e turisti, che gremiranno il centro cittadino per la sfilata e si sposteranno poi sulle tribune del Mandozzi. L’impianto torna a capienza piena dopo due anni di limitazioni Covid, non servirà, quindi, come fatto nel 2020 e 2021, accogliere parte del pubblico all’intero del campo sportivo. Difendono il Secchio, puntando alla terza vittoria consecutiva, i gialli della cavaliera Sant’Elpidio, trionfatori nel biennio 2020-21. Lo scorpione ha vinto negli anni 1954, 79, 75, 79, 80 81, 82, 85, 87, 89, 90, 92, 2005, 12, 14, 17, 20, 21. Viene da un doppio secondo posto il cavallo rampante della San Martino, ai verdi il Secchio è andato nelle edizioni del 1955, 60, 70, 71, 72, 74, 75, 83, 91, 93, 97, 98, 2009, 11, 13, 15, 16, 19. L’aquila della nobile San Giovanni cerca un riscatto dopo il terzo posto di un anno fa, mantiene il primato di 19 successi e mira al ventesimo titolo, dopo le vittorie del 1953, 56, 58, 64, 65, 73, 77, 78, 84, 86, 88, 94, 95, 99, 2006, 07, 08, 10, 18. Attendono di esultare ancora da ben 18 anni gli azzurri della magnifica Santa Maria, vincitori nel 1957, 59, 63, 66, 68, 96, 2000, 01, 02, 03, 04.


L’orario
L’arrivo al Mandozzi è previsto intorno alle 19: dopo la disposizione di tutti i figuranti, si procederà al sorteggio dell’ordine delle partite, sarà assegnato il premio intitolato a Giulio Governatori all’arbitro dell’edizione 2022, seguirà una breve esibizione degli sbandieratori della Contesa. Tra le 19.30 e le 20, il primo “Gioco!” darà il via alla sfida che assegnerà la settantesima Contesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA