Sant'Elpidio a Mare torna a sognare con il calcio, in 800 allo stadio. Ora finale thrilling e spazio anche alla solidarietà

Mercoledì 25 Maggio 2022 di Pierpaolo Pierleoni
Sant'Elpidio a Mare torna a sognare con il calcio, in 800 allo stadio. Ora finale thrilling e spazio anche alla solidarietà

SANT’ELPIDIO A MARE - Il risultato sul campo ha lasciato l’amaro in bocca, ma da molto tempo a Sant’Elpidio a Mare non si respirava tanto trasporto per la squadra di calcio cittadina e questa passione risvegliata è già una grande vittoria. La Real Elpidiense calcio si giocava sabato scorso un match point per centrare la promozione in Prima categoria. Lo scontro diretto alla penultima giornata con la seconda in classifica, il Valtesino, staccato alla vigilia di soli 3 punti, poteva essere decisivo. Al termine dei 90 minuti è arrivata invece una sconfitta per 2-1 che rinvia i verdetti alla prossima giornata.

 

Ora le due capoliste sono appaiate e qualora facciano lo stesso risultato all’ultimo turno, se la vedranno in uno spareggio promozione in campo neutro. La delusione non cancella però lo spettacolo andato in scena sugli spalti dello stadio Montevidoni. Circa 800 spettatori non si vedevano da molto tempo per le partite della formazione locale e in molti hanno rievocato i tempi d’oro dell’Elpidiense, quando il vecchio Mandozzi si riempiva di persone e calore. I tifosi si sono dati appuntamento in centro storico sabato pomeriggio poi, armati di bandiere, tamburi e fumogeni, hanno sfilato fino alle tribune per sostenere la squadra allenata da Alessio Zancocchia.

C’è stato spazio anche per la solidarietà. È stata attivata, in vista del big match, una colletta utile a raccogliere fondi per le coreografie sugli spalti. Con la somma rimasta la società ha deciso di effettuare una donazione al Centro socio educativo e riabilitativo Il Girasole. Un gesto simbolico, che però ben racconta quanto il club del presidente Sauro Pieroni abbia lavorato per ricostruire un legame affettivo con la cittadinanza. Proprio con questo scopo all’inizio della stagione è stata pensata una campagna abbonamenti dal titolo “Io sono Elpidiense” ad un prezzo popolarissimo.

Gli ottimi risultati della squadra hanno fatto il resto: dopo una stagione di vertice e 24 risultati utili consecutivi, l’11 della Viola si è trovato di fronte ad un pubblico mai visto. Il colpo d’occhio da brividi e l’entusiasmo della gente hanno provocato grande emozione a tutti i giocatori in campo e chissà, forse hanno inciso su una prestazione meno brillante del solito. Il fatto che ci fossero centinaia di persone di ogni fascia di età è il segno tangibile di un obiettivo già centrato, quello di riavvicinare la città alla sua squadra. La fusione tra Elpidiense calcio Junior e Vigor Sant’Elpidio Viola, concretizzata nell’estate del 2020, era mirata proprio ad unire le forze per realizzare progetti ambiziosi. Non resta ora che coronare un’annata speciale con l’ultimo sforzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA