Sant'Elpidio a Mare, ambulanza
e servizio Potes all'ex ospedale

Lunedì 19 Dicembre 2016
L'inaugurazione dell'ambulanza

SANT'ELPIDIO A MARE - Ancora un’inaugurazione, ancora un nuovo mezzo per la pubblica assistenza. Si è svolto ieri mattina in piazza Matteotti il taglio del nastro di un’ulteriore ambulanza che va ad ampliare il parco auto della Croce azzurra. Il veicolo è stato ammantato in un telo tricolore, scoperto intorno alle 11.30, per la benedizione del parroco don Enzo Nicolini, affiancato dal sindaco Alessio Terrenzi e dal presidente dell’associazione Robin Basso.

L’inaugurazione di ieri è stata di fatto anche un modo per celebrare l’arrivo della Potes a Sant’Elpidio a Mare, che da questa mattina alle 8 sarà operativa per 12 ore al giorno. La postazione è stata fissata alla sede dell’ex ospedale, l’attivazione è sperimentale e transitoria, fino all’8 gennaio, quando si conta di iniziare con il messo di soccorso avanzato come previsto.

In queste prime settimane saranno all’opera infermieri professionisti preparati nella gestione dell’emergenza, nelle prime settimane del nuovo anno, invece, arriveranno anche i medici a coprire i turno di lavoro. Proprio la mancanza di dottori disponibili a coprire il punto di Sant’Elpidio a Mare è stata causa di uno slittamento di alcuni mesi rispetto alle previsioni iniziali, ma pur dopo qualche rinvio, finalmente si può partire.

«Sono molto soddisfatto – le parole del sindaco Alessio Terrenzi –. Nell’ultimo anno e mezzo la Croce azzurra ha raggiunto obiettivi molto importanti e raccolto offerte preziose sia per la sede che per rinnovare il parco veicoli. Domani (oggi, ndr) prende servizio la Potes, una lotta durata più di 10 anni che arriva a compimento. Con un mezzo per i codici rossi di stanza nel nostro territorio si guadagneranno minuti fondamentali in situazioni di massima urgenza. Si parte in modo sperimentale, ma da gennaio ci saranno anche i medici. Tra pochi mesi avremo anche l’apertura della Casa della salute con 20 posti letto per la lungodegenza, ci riprenderemo i servizi che erano scivolati verso Porto Sant’Elpidio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA