Porto S.Elpidio, Zamberletti premiato
al trentennale della Protezione civile

Domenica 11 Dicembre 2016
L'ex ministro Zamberletti a Porto S.Elpidio

PORTO SANT’ELPIDIO Per i trent’anni del Radio Club Costa Adriatica  c’è stata la visita inaspettata di Giuseppe Zamberletti nella sede di Protezione Civile. Il ministro per il coordinamento della Protezione Civile negli anni ’80, con Giovanni Spadolini e Bettino Craxi presidenti, è considerato il padre fondatore della moderna Protezione Civile italiana. A lui si devono la nascita del dipartimento della presidenza del Consiglio, l’organizzazione del servizio nazionale, la valorizzazione del volontariato e la riforma del settore. 

«Un grande onore la visita del padre della Protezione Civile» dice il sindaco Franchellucci durante la cerimonia per il trentennale che si svolta ieri a Villa Baruchello. «E’ stata una visita  a sorpresa nella nostra sede» dice Filippo Berdini, presidente del Radio Club Costa Adriatica e presidente onorario del gruppo comunale di Protezione Civile che aggiunge: «L’onorevole si è complimentato per il lavoro che stiamo svolgendo, è stato un bel regalo il suo».

Alla cerimonia a Villa Baruchello hanno partecipato i volontari, i coordinatori tecnici della Protezione Civile Bruno De Angelis e Costantino Finocchi, il deputato Pd Paolo Petrini, il comandante della polizia municipale Luigi Gattafoni, l’assessore alla Protezione Civile Carlo Vallesi. Mauro Perugini del dipartimento regionale e Ascanio Cosolo funzionario del dipartimento nazionale, che ha ricevuto la targa ricordo. Altre targhe sono state consegnate ai fondatori del Radio Club, ai componenti delle istituzioni e del mondo imprenditoriale come Annarita Pilotti, contitolare con il marito Graziano Cuccù dell’azienda Loriblu. Durante la mattinata sono state ricordate le tappe del Radio Club Costa Adriatica, dalla costituzione nell’86 alle prime esercitazioni l’anno seguente, fino alla svolta nel ’97 con l’inaugurazione della sede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA