Studio Immagine vola e diventa brand internazionale: «Cerchiamo under 30»

Lunedì 26 Luglio 2021 di Massimiliano Viti
L imprenditore Paolo Mattiozzi di Studio Immagine

PORTO SANT’ELPIDIO  - C’è anche lo zampino di Kanye West nella crescita registrata da Studio Immagine, azienda fondata nel 2005 da Paolo Mattiozzi (48 anni) e Ilenia Tonelli (43) due mesi dopo il loro matrimonio. La società può essere classificata come un terzista evoluto delle griffe del lusso per le quali realizza prevalentemente borse e accessori, partendo dal progetto e arrivando al prodotto finito.

 


Nel marzo scorso occupava la posizione numero 242 nella graduatoria elaborata dal Financial Times e formata dalle aziende europee con la più alta crescita di fatturato tra il 2016 e il 2019. Un periodo nel quale la società aveva registrato un + 612,8%. «Nel 2020 abbiamo mantenuto i livelli del 2019 se consideriamo i giorni di chiusura causa lockdown - afferma Mattiozzi -: temevamo un inizio 2021 un po’ in sordina per tutto il contesto pandemico invece è andata meglio del previsto e ora siamo più fiduciosi. Pensiamo di poter chiudere il 2021 con una crescita rispetto al 2020». Studio Immagine impiega 15 persone, e si è strutturata per offrire ai suoi clienti, i top brand del lusso, i migliori servizi con la maggiore rapidità possibile.

«Dallo schizzo su un pezzo di carta al campione (non il prototipo) impieghiamo due giorni» sottolinea l’imprenditore da poco eletto presidente del comparto calzatura e pelletteria di Cna Federmoda e potenziale candidato per la presidenza regionale. I problemi di Studio Immagine non si chiamano liquidità («lavoriamo con risorse finanziarie proprie» precisa), né si chiamano carenza di ordini ma ricambio generazionale per la forza lavoro («un tagliatore under 30 non si trova») e una sede ormai troppo stretta. L’azienda sta progettando un ampliamento del quartier generale per poter allestire un’aula di formazione e un’unità produttiva indipendente dedicata a prototipia e campionatura.


«Lanciare un marchio proprio? Non è il momento. L’ambizione la buttiamo all’interno di questa azienda. Abbiamo investito in tempo di pandemia». Ma cosa c’entra Kanye West? Nel 2017 è stata pubblicata sui social una foto mentre indossava un prodotto (chest rig) nato negli uffici di Studio Immagine e poi affidato a una griffe. Il post ha fatto esplodere le richieste di quell’articolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA