Scogliere e feste di Natale, via libera al nuovo stanziamento: primi lavori sul lungomare

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Sonia Amaolo
Scogliere e feste di Natale, via libera al nuovo stanziamento: primi lavori sul lungomare

PORTO SANT’ELPIDIO  - Un mutuo da un milione e centomila euro da contrarre per le scogliere emerse e 55mila euro per il Natale. Questi sono i due elementi centrali emersi a Villa Murri lunedì sera. Con la presidente del Consiglio Milena Sebastiani che non perde l’occasione di togliersi il sassolino dalle scarpe, facendo notare le differenze tra l’attuale assessorato al Turismo e il suo del passato, sempre in carenza di risorse.

 

Partendo dal rimpolpare il fondo di 4,5 milioni per l’opera di difesa della costa, data la necessità di finanziare la vasca di prima pioggia e il ripascimento a nord della prima fascia da trattare, il sindaco Nazareno Franchellucci dice: «Si è conclusa la procedura di autorizzazione ambientale della Regione che dà il via ai lavori. Nel 2019 ci erano erano stati assegnati 4,5 milioni, ne aggiungiamo 1,1 per due opere (vasca e ripascimento). Questo ci permette di procedere immediatamente con l’appalto dei lavori. Approvato il progetto definitivo, erogato il mutuo della Cassa depositi e prestiti, parte la gara d’appalto da via Curtatone verso sud».


L’assessore al Bilancio Marco Traini sciorina i numeri dell’assestamento, è l’ultima variazione dell’anno. Vanno bene gli affari all’Ufficio legale, con 50mila euro derivanti dalle spese rimborsate per sentenze passate in giudicato. Ci sono anche 200mila euro ai Servizi finanziari ed economato, essendosi ridotti gli interessi sui mutui ed essendoci state meno spese di personale tra pensionamenti e mancati rimpiazzi. Ci sono poi 50mila euro recuperati dall’evasione Tari e i ristori dello Stato. Del fondone Covid da un milione e centomila euro restano 63mila euro. Sono accantonati 80mila euro per coprire eventuali mancate riscossioni. Meno bene va alle infrastrutture e l’urbanistica perché si sono spesi 56mila euro più del previsto per l’illuminazione, la pulizia dei fossi, la manutenzione del verde. Anche i Servizi sociali, Sport e Turismo segnano meno 98mila euro ma il Comune investe più di sempre sulle festività natalizie.

I conti tornano, si possono comprare perfino le pistole nuove per la polizia municipale. Traini è contento, la presidente del Consiglio “così così”: «Plaudo a questo bilancio perché sento parlare di cifre in positivo – dice la Sebastiani –: la bella notizia che mi balza agli occhi è la cifra stanziata per il Natale: 55mila euro e forse qualcosa di più. Vuol dire che abbiamo piantato i semi e ora si raccolgono i frutti. Io ricordo solo cifre senza zeri, 8mila euro Iva compresa per tutta l’illuminazione. Queste le cifre che si stanziavano fino a poco tempo fa».


Un modo elegante, quello dell’ex assessore al Turismo, per dire che con lei le maglie della borsa erano sempre troppo strette. «Sono contenta che Porto Sant’Elpidio avrà un Natale degno di una città turistica – affonda -: ricordo il fai da te, gli alberelli fatti nell’Ufficio turismo, le casette dipinte da me, le caramelle confezionate e le Befane volanti della Protezione civile. Ricordo con affetto questi momenti anche quando abbiamo voluto mettere l’albero scintillante in via Battisti io e il sindaco. Ma abbiamo dovuto chiedere l’intervento dei privati perché mai abbiamo avuto queste somme. Non so come sarà la programmazione, ma le assessore competenti sapranno farci avere un Natale bello come Porto Sant’Elpidio merita».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA