Incidente con il giallo nella notte in via Faleria: scappano l’investitore e anche l’investito

Incidente con il giallo nella notte in via Faleria: scappano l investitore e anche l investito
Incidente con il giallo nella notte in via Faleria: scappano l’investitore e anche l’investito
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Sabato 19 Febbraio 2022, 05:10

PORTO SANT’ELPIDIO  - Scappano l’investitore e l’investito. A sparire stavolta non è stata solo l’auto pirata ma pure la vittima. Impossibile ricostruire la dinamica dell’accaduto, potrebbe essersi trattato di un regolamento di conti. A quanto risulta, sentendo la gente del posto, l’uomo in fuga dopo l’incidente avrebbe avuto interesse a non finire al pronto soccorso perché sarebbe scattata l’identificazione. Seppure ferito, si è rialzato ed è scappato verso sud, lato mare, fino a sparire nella notte.

 


Il fatto si è verificato in via Faleria giovedì alle 21. Sul rettilineo in direzione mare, nella zona del camping. Ricevuta l’allerta, si sono fiondate sul posto l’automedica e l’ambulanza a sirene spiegate ma la richiesta di soccorso è rimasta inevasa. Arrivati in zona i sanitari hanno percorso la via in lungo e in largo cercando un ferito ma non hanno trovato nessuno. Qualcuno ha ipotizzato uno scherzo ma chi ha denunciato è sicuro di quel che ha visto. Un paio di ore dopo c’è stata un’altra chiamata al 118. Si trattava stavolta di soccorrere una ragazza ubriaca che ha rifiutato il ricovero. A quel punto mancava poco a mezzanotte. È stata una serata movimentata per la Croce Verde ma, ubriacatura a parte, desta preoccupazione la fuga della persona rimasta ferita. Pochi hanno assistito alla scena, il teatro è quello dello spaccio nel perimetro circoscritto e ben noto alle forze dell’ordine.

La fascia tra Porto Sant’Elpidio e Lido Tre Archi è sempre monitorata, a nord e a sud del ponte è sempre un viavai di pattuglie. I report di polizia e carabinieri riportano i dati di arresti e sequestri ogni giorno. Droga e oggetti rubati: tablet, cellulari, biciclette da rivendere sul mercato nero. Il caso del ferito in fuga configura diverse possibilità ma gli elementi raccolti fanno convergere le ipotesi su un fatto: potrebbe trattarsi di un irregolare senza fissa dimora, magari già schedato e intento a rimanere nell’ombra. Avrebbe più da perdere che da guadagnare con il ricorso all’ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA