Ubriaco semina il panico con l’auto sulla Statale Adriatica: «Sì, ho bevuto un po’ troppo»

Sabato 18 Dicembre 2021 di Pierpaolo Pierleoni
Ubriaco semina il panico con l auto sulla Statale Adriatica: «Sì, ho bevuto un po troppo»

PORTO SANT’ELPIDIO  - «Sì, forse ho bevuto troppo». È stata la candida ammissione alla polizia di un uomo del Maceratese, dopo aver seminato il panico lungo la Statale Adriatica, all’altezza di Porto Sant’Elpidio, e aver abbattuto un segnale stradale con un pericoloso zigzag tra le corsie.

 


L’auto scura viaggiava a folle velocità lungo la strada, quando la Questura è stata allertata ed ha inviato una Volante, con sirena e lampeggianti. L’auto delle forze dell’ordine ha subito individuato la vettura incriminata, che aveva per un attimo arrestato la marcia in prossimità di un distributore. Alcuni pedoni si sono portati al centro della carreggiata, rischiando di essere investiti. Volevano segnalare ai poliziotti la pericolosità dell’auto che pochi istanti prima sfrecciava lungo la Statale. Hanno parlato di un veicolo impazzito, che aveva terrorizzato passanti e automobilisti, prima di centrare un segnale stradale posizionato sullo spartitraffico. Proprio mentre i poliziotti ascoltavano le testimonianze, l’auto è ripartita, ma è stata fermata poche centinaia di metri più avanti dalla Volante, che l’ha superata e gli ha sbarrato la strada. A quel punto il conducente ha ammesso di aver bevuto troppo a una cena con gli amici. Ha rifiutato l’ausilio sanitario ed ha detto di ricordare confusamente di aver colpito qualcosa, senza rendersi conto di cosa fosse.


I segni sulla carrozzeria, però, hanno dato evidenti conferme dell’abbattimento del segnale. Alla prova dell’etilometro ha fatto segnare 2,5, 5 volte più di quanto consentito dalla legge. Inevitabile la denuncia per stato di ebbrezza, la sanzione amministrativa, la confisca del veicolo ed il ritiro di patente e carta di circolazione. Tanto per completare l’opera, si è aggiunto il verbale per il mancato uso della mascherina. L’ubriaco ha rifiutato di firmare il verbale e se n’è andato a piedi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA