Dalla Tari al nuovo bonus sociale: «Tesoretto per aiutare le famiglie»

Lunedì 23 Maggio 2022 di Sonia Amaolo
Dalla Tari al nuovo bonus sociale: «Tesoretto per aiutare le famiglie»

PORTO SANT’ELPIDIO  - Buone notizie per le famiglie in difficoltà, agevolazioni Tari al 50%. Novità positive dal rendiconto di gestione 2021. Ci sono due milioni di avanzo, 900mila euro di risorse disponibili. Corposo il Consiglio di venerdì prossimo a Porto Sant’Elpidio, i punti all’ordine del giorno sono tutti importanti.

 

Si dovrà approvare il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario dell’anno scorso, il bilancio di previsione 2022/2024, la variazione con l’avanzo di amministrazione accertato, poi si discuterà dell’imposta di soggiorno e di tassa rifiuti. Tari e bonus sociale per utenze domestiche ed emergenza Covid-19, approvazione delle tariffe per l’anno in corso e conferma delle scadenze di pagamento.


Andando con ordine, per fare chiarezza, partiamo con l’approvazione del rendiconto: «Sono soddisfatto perché il bilancio è positivo – dice l’assessore Marco Traini – rappresenta la gestione sana da parte dell’ente. Chiudiamo il rendiconto con un avanzo libero della gestione corrente per più di due milioni di euro e di circa 900mila euro relativamente alla parte investimenti. Questo ci permetterà di avere un piccolo tesoretto per continuare ad investire in città». In merito all’imposta di soggiorno reintrodotta dopo due anni di sospensione «abbiamo modificato - rimarca Traini - il software e in consiglio modifichiamo il regolamento, rendendo obbligatoria l’iscrizione al nuovo software per tutte le strutture. Abbiamo presentato il software agli operatori e tutti sono rimasti soddisfatti perché è pratico nell’utilizzo. Così andiamo a snellire tutta la procedura».


Il software era stato presentato il 28 aprile. Lo scopo, come diceva lo stesso Traini, è facilitare le pratiche agli addetti al settore. Dall’imposta di soggiorno dovrebbe arrivare anche un’altra buona notizia perché se dovessero mantenersi le presenze dell’anno scorso (93.679 a luglio e 103.969 ad agosto) sarebbe un altro tesoretto per le casse comunali. Il cambio dell’applicativo informatico, che è come quello di Civitanova, aiuterà gli operatori perché è più semplice da gestire il sistema in questo modo. Le strutture devono registrarsi nel portale, inserendo dati anagrafici e fiscali. L’imposta è 50 centesimi di euro al giorno a persona a pernotto, periodo luglio-agosto.


Passando alla Tari, prendendo atto dell’approvazione del Piano economico finanziario validato dall’Ata 4 «approviamo le tariffe 2022 – fa sapere Traini – sono le stesse del 2021 ma senza le agevolazioni Covid-19 perché non ci sono fondi previsti dal Governo». Comunque «aumentiamo l’agevolazione per le famiglie che usufruiscono del bonus sociale utenze – sottolinea in conclusione l’assessore – parliamo dei nuclei economicamente più disagiati. Portiamo l’agevolazione dal 20% al 50%. Queste famiglie avranno una riduzione Tari per l’abitazione principale del 50%».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA