Soldi per gli affitti, aiuti alle famiglie: almeno 200 euro a chi è in difficoltà. Ecco chi ne ha diritto

Domenica 26 Settembre 2021 di Sonia Amaolo
Soldi per gli affitti, aiuti alle famiglie: almeno 200 euro a chi è in difficoltà. Ecco chi ne ha diritto

PORTO SANT’ELPIDIO -  Aiuti per gli affitti alle famiglie in difficoltà. Il Comune apre il bando per un contributo al pagamento dei canoni. Un contributo che parte dal fondo nazionale e la Regione mette a disposizione.

Importante è non superare un Isee di 5.983,64 euro. Una cifra che praticamente indica povertà assoluta.

 

E proprio per questa ragione il neo assessore alle politiche sociali e della famiglia (ex presidente della società partecipata Farmacie comunali) Marco Traini, insieme al sindaco, sta pensando di contribuire più significativamente al bilancio delle famiglie elpidiensi in estrema difficoltà, con un contributo maggiore rispetto ai 200 euro previsti. Intanto da domani al 23 ottobre possono presentare domanda tutti i residenti a Porto Sant’Elpidio con l’indicatore della situazione economica equivalente non superiore a 5.983,64 con incidenza del canone di locazione non inferiore al 30% (fascia A) o con un’Isee non superiore a 11.967,28 euro con incidenza del canone di locazione non inferiore al 40% (fascia B).


Le domande vanno presentate esclusivamente online, compilando il modulo disponibile sulla voce Servizi Sociali “Domanda contributo affitto 2021 - L.431/1998”. Il contributo è fissato in un minimo di 200 euro per ciascun beneficiario, secondo l’ordine delle graduatorie e fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Se le richieste di contributo saranno inferiori alle previsioni e resteranno quindi risorse da accreditare, sarà aumentato il contributo in proporzione per i richiedenti. Ovviamente per ottenere i soldi bisogna dimostrare di avere pagato l’affitto nell’anno 2021. Il calcolo del contributo massimo concedibile terrà conto delle ricevute allegate alla domanda di presentazione con scadenza 23 ottobre e di quelle presentate entro il 28 febbraio 2022.

«Partiamo con questi aiuti – spiega l’assessore Traini – ma i limiti spesa (fascia A e fascia B) vengono dati dalla Regione, i contributi arrivano dal fondo nazionale e la Regione attribuisce i limiti. Oltre a questo bando stiamo cercando di reperire altri fondi per dare una mano più sostanziosa nel pagamento degli affitti. Purtroppo sempre più famiglie sono con l’acqua alla gola e questo sempre più sta diventando un problema. Per questo stiamo lavorando per un aiuto maggiore, non appena avremo disponibilità di fondi. Cercheremo di fare il massimo». Secondo Traini il periodo nero non è finito. «Sono convinto - dice - che ci siamo lasciati dietro la pandemia, l’emergenza sanitaria, ma siamo ancora dentro il momento nero per l’economia. Mi auguro che, da qui a marzo con la ripartenza, tante persone possano tornare a lavorare». 

 

Ultimo aggiornamento: 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA