Porto Sant'Elpidio, Balestrieri vuole
l'esercito, ma il Consiglio lo boccia

Domenica 3 Aprile 2016
Si accende il dibattito sulla sicurezza

PORTO SANT'ELPIDIO - Il consigliere di Fratelli d'Italia Andrea Balestrieri chiede l'esercito in provincia di Fermo per questioni di sicurezza. La mozione sull'operazione strade sicure è respinta. Si accende il dibattito in Consiglio. L'assessore Carlo Vallesi evidenzia le attività messe in campo: dalle nuove telecamere al contributo dei carabinieri in pensione, dal fondo di sostegno per la vigilanza privata ai cinque nuovi agenti di polizia municipale in arrivo.

Il consigliere del Pd Luca Piermartiri evidenzia che sarebbe più opportuno avere a Porto Sant'Elpidio la compagnia dei carabinieri di Fermo piuttosto che l'esercito. L'assessore Vallesi dice: "Non c'è una vera emergenza a Porto Sant'Elpidio" e aggiunge: "I dati sui reati sono in linea con quelli delle altre località costiere". Ma questo non basta a Balestrieri che chiede all'assessore di poter vedere il report dal quale desume che a Porto Sant'Elpidio un'emergenza furti non c'è.

"La sicurezza non ha colori politici se non quello della bandiera italiana" interviene il civico Antonesio Diomedi. Il sindaco Nazareno Franchellucci riferisce dell'ultimo comitato sulla sicurezza che si è svolto in Prefettura a febbraio. Comitato convocato proprio da Franchellucci per sottolineare il problema. In Prefettura parlano di "un piccolo aumento dei reati rispetto al 2015, ciò non basta a invocare l'esercito", chiosa Franchellucci che aggiunge: "Ne approfitto per sollecitare la cittadinanza a denunciare certi episodi, anche per avere un riscontro concreto dei fatti". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA