Scuola a Cretarola, disco verde ai lavori: «Da rivedere anche il traffico nella zona»

Scuola a Cretarola, disco verde ai lavori: «Da rivedere anche il traffico nella zona»
Scuola a Cretarola, disco verde ai lavori: «Da rivedere anche il traffico nella zona»
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Martedì 12 Aprile 2022, 06:10

PORTO SANT’ELPIDIO  - Ampliamento della scuola elementare Mercantini in via De Amicis al quartiere Cretarola, una spesa di 170mila euro. E’ stato approvato il progetto esecutivo, variazione al programma delle opere pubbliche. Si tratterà di ampliare il lato sud-est del fabbricato perché occorre più spazio per la didattica. I residenti chiedono al Comune anche di trovare una soluzione alla viabilità in via De Amicis, perché la strada è stretta e pericolosa.

Si creano sempre lunghe file e blocchi all’ingresso e all’uscita di scuola dei bambini. I genitori fanno sapere che è una gran perdita di tempo. Per quanto riguarda l’ampliamento comunque è già tutto nero su bianco: l’ampliamento sarà realizzata con una struttura in muratura portante, blocchi di 38 centimetri.

I solai saranno in pannelli prefabbricati al piano terra. Pavimenti in grès porcellanato antiscivolo e le pareti tinteggiate con smalti lavabili. Gli infissi in alluminio con vetro camera. Idonee caratteristiche termo acustiche e di sicurezza completano il quadro. L’intervento prevede la realizzazione di due aule unite da un corridoio per una superficie complessiva di 93,96 metri quadrati. Un’aula ampia 56,81 metri quadrati e un’altra aula 28,49 metri quadrati, il corridoio di 8,66 metri quadrati.

«Una notizia positiva questa – dice il presidente dell’associazione di quartiere Angelo Tosoni –: speriamo che verrà ampliata anche la palestra perché c’è bisogno di più spazio per le attività sportiva. Poi c’è da risolvere pure il problema della viabilità, è complicato soprattutto negli orari di punta transitare e sostare in via De Amicis. La strada è stretta, c’è sempre un intreccio di macchine all’apertura e alla chiusura delle scuole». Tornando alle opere pubbliche, è stato approvato anche il progetto esecutivo per l’adeguamento sismico della scuola elementare Martiri al quartiere San Filippo.


I lavori sono finanziati interamente dallo Stato e sono 700mila euro di cui: 656.900 euro con decreto del Ministero dell’Interno e 43.100 euro con il canale ministeriale dal Fondo di progettazione per gli Enti locali. L’opera rientra nel programma triennale dei lavori ed è inserita nel bilancio di previsione per il 2022, quest’anno quindi. In questo caso si tratta di rinforzare le strutture portanti che, in base alla normativa sismica, presentano lacune importanti. Si potenzierà, quindi, la base e le muratura in altezza con travi di fondazione e armatura di collegamento verticale, barriere d’acciaio e pilastri trasversali profilati sempre in acciaio. Sono 505mila euro di costi per lavori strutturali e 311mila euro per lavori edili più 32mila euro di oneri per la sicurezza. Tra spese tecniche di progettazione, direzione lavori e collaudo altri 88mila euro. Responsabile unico del procedimento il funzionario Roberto Cardarelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA