Niente tagli al pennello per le scogliere, inutili gli studi da 20mila euro commissionati a Porto Sant'Elpidio

Lunedì 1 Marzo 2021 di Sonia Amaolo
Niente tagli al pennello per le scogliere, inutili gli studi da 20mila euro commissionati a Porto Sant'Elpidio

PORTO SANT'ELPIDIO - Ventimila euro spesi per un lavoro che non si farà. Nell’ultima occasione d’incontro con la Regione e l’Università Politecnica, che ha predisposto lo studio di fattibilità per le scogliere emerse, il Comune ha deciso di non ridurre il pennello a nord al fosso del Castellano: viene dunque da chiedersi il senso di due studi pagati per ridurre quel pennello.

 

La questione si pone dacché nei giorni scorsi è comparsa online la determina dei Lavori pubblici, vi si legge che è stata liquidata la somma di 7.600 euro a chi ha realizzato il progetto esecutivo per ridurre il pennello alla foce del torrente Castellano. Più indietro nel tempo c’è un’altra determina e un altro importo liquidato: 12mila euro, siamo a giugno 2017 e la determina dell’area Gestione del territorio riguarda sempre il pennello al fosso Castellano, questa è una liquidazione a saldo dell’incarico per il preliminare e la redazione dello screening di via per la parziale demolizione.

Ora, se non fosse stato per un temerario avvocato incaricato dall’Holiday Family Village, che ha diffidato il Comune dall’intervenire sul pennello a nord senza prima accertare la bontà dell’operazione, forse il pennello sarebbe stato ridotto. Dopo le diffide, però, nessuno è riuscito a dimostrare la bontà dell’operazione. Ma intanto, ovviamente, gli studi sono stati liquidati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA