Con lo scooter rubato va contromano sull’autostrada A14: giovane inseguito, la fuga finisce in un fosso

Con lo scooter rubato va contromano sull autostrada A14: giovane inseguito, la fuga finisce in un fosso
Con lo scooter rubato va contromano sull’autostrada A14: giovane inseguito, la fuga finisce in un fosso
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Giugno 2022, 02:20 - Ultimo aggiornamento: 14:05

PORTO SANT’ELPIDIO  - Lo inseguono in A14 perché viaggia contromano su uno scooter rubato, lo intercettano, ma lui torna indietro, fino a uscire al casello di Porto Sant’Elpidio: la corsa di un giovane finisce in un fosso. 

 
L’allarme degli automobilisti
È successo tutto ieri mattina, quando alla polstrada sono arrivate segnalazioni per uno scooter che viaggiava sulla carreggiata sud in senso opposto a quello di marcia, nel tratto autostradale compreso tra Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio. La polizia è partita subito cercando di raggiungere il ciclomotore, e una pattuglia arrivata da Civitanova l’ha intercettato. Gli agenti hanno agito secondo quanto prevede in questi casi la procedura, e garantendo la sicurezza propria, degli automobilisti e dello stesso scooterista, hanno provato a bloccarlo. 


Dalla rotatoria alla siepe 
Quest’ultimo però è fuggito, tornando indietro, e uscendo dall’autostrada al primo casello. L’inseguimento è andato avanti, fino a quando il motociclista, raggiunta la vicina rotatoria, non è stato bloccato dagli agenti. Lui è riuscito a fuggire un’altra volta, e la polizia lo ha inseguito di nuovo fino a quando, durante la nuova fuga, cercando di scavalcare una siepe, è finito nel terreno sottostante. La fuga del giovane, che era scappato a piedi, è così terminata. Quando lo hanno raggiunto, gli agenti, dovendo procedere alla sua identificazione, hanno constatato che non aveva con sé i documenti. Non solo, si è anche rifiutato di collaborare e comunicare le proprie generalità alla polizia, che lo ha scortato durante il suo trasporto all’ospedale, in ambulanza. 


Lo scooter rubato 
Il giovane non solo non poteva circolare in autostrada perché di cilindrata inferiore a quella consentita, ma è risultato addirittura rubato. Il furto era avvenuto in precedenza nella città di Porto Recanati. A parte il reato di furto, quanto alla cilindrata il codice della strada, al comma due dell’articolo 175, prevede infatti il divieto di circolazione in autostrada, sulle strade extraurbane principali... ai «velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 centimetri cubici se a motore termico, ovvero di potenza inferiore a 11 kW se a motore elettrico, e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 centimetri cubici se a motore termico». E per fortuna non ci sono stati incidenti 

© RIPRODUZIONE RISERVATA