La quarantena ingolosisce ladri e ricettatori: denunciati quattro italiani e tre stranieri

Lunedì 30 Marzo 2020
Porto sant'Elpidio, la quarantena ingolosisce ladri e ricettatori: denunciati quattro italiani e tre stranieri

POTO SANT'ELPIDIO - Impennata di furti e ricettazione nel fermano in questi giorni. Un mercato nero in mano alla criminalità italiana e straniera. Nelle ultime 48 ore i carabinieri hanno denunciato a piede libero sette persone per reati di questo tipo, tre stranieri e quattro italiani.
I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Fermo hanno denunciato alla Procura delle Repubblica due ladri e quattro ricettatori.

LEGGI ANCHE:
Giorgio ucciso dal Coronavirus a 56 anni dopo due settimane in ospedale: era un autista del 118

Era risultato positivo l'8 marzo scorso, guarito un ragazzo di Senigallia

Due due donne rumene, entrambe pregiudicate, sono state fermate a un posto di blocco con duemila euro in prodotti alimentari rubati nei supermercati. Un marocchino è stato denunciato per ricettazione a Porto Sant’Elpidio, aveva un cellulare rubato a un connazionale. Due italiani sono stati denunciati sempre per ricettazione. Uno perché è stato trovato in possesso di carte di credito, computer e chiavi. Tutte cose che erano state rubate in un calzaturificio di Porto Sant’Elpidio nei giorni scorsi. Un altro è stato trovato in possesso di oro, bracciali, anelli, collane. Oggetti rubati in un'abitazione di Porto Sant’Elpidio e restituiti al legittimo proprietario. Due italiani sono stati denunciati per furto aggravato. Uno aveva rubato medicinali e prodotti di bellezza e igiene in una farmacia di Porto Sant’Elpidio. Per concludere il quadretto, un italiano è stato denunciato per furto di energia elettrica. Se ne appropriava per utilizzarla in casa, ai danni della società Enel Energia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA