Tutti pazzi per il FantaSanremo. E anche Neri Marcoré si complimenta. Ecco come è nata l'idea

Giovedì 4 Marzo 2021
Tutti pazzi per il FantaSanremo. E anche Neri Marcoré si complimenta. Ecco come è nata l'idea

PORTO SANT’ELPIDIO  - Un successo oltre le attese, un gioco che sta facendo parlare sui social in tutta Italia ed anche all’estero. Il FantaSanremo, iniziativa di un gruppo di creativi marchigiani, ha esordito alla grande martedì, con l’esordio del Festival della canzone italiana. L’idea, nata al Bar Corva di Nicolò Peroni, si è trasferita al Teatro delle Api, messo a disposizione da Comune ed Amat e diventato il quartier generale del gruppo. Vuota la platea, pieno invece il palco, dove il gruppo si è posizionato, armato di computer per seguire in diretta la kermesse. 

LEGGI ANCHE:

Grido di dolore da Fermo: «Siamo invisibili, c'è chi ci confonde con l'Abruzzo»

 


Alla diretta Instagram di ieri sera, sul profilo Fantasanremo, è intervenuto anche il direttore artistico del teatro, Neri Marcorè, per salutare e complimentarsi. La diretta pre festival, in onda dalle 19.45 alle 20.30, è presentata dal comico e presentatore Giovanna Filipponi (nome d’arte), con le rubriche di alcuni attori della scena marchigiana. La prima serata è scorsa tra risate e, ovviamente canzoni. Nato per gioco al bar di “Papalina”, il FantaSanremo è arrivato a sfiorare le 50mila squadre iscritte, con registrazioni anche dall’estero. A spingere l’iniziativa anche alcuni artisti che tramite social hanno parlato del concorso. Da Fedez a Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale, fino all’Estetista Cinica, diversi i volti popolari che si sono lasciati conquistare.

Le squadre sono composte da 5 cantanti in gara, acquistabili, come nel Fantacalcio, con un budget di 100 “baudi” ed una quotazione assegnata a ogni artista. Il punteggio è dato in base alla performance sul palco. Al termine della prima puntata, il bonus maggiore, 25 punti, è andato ad Arisa, fanalino di coda Max Gazzè a -15. Si ottengono punti di bonus se si effettuano ringraziamenti, se si viene presentati da uno degli ospiti della serata, se si indossano fiori, se ci si commuove, se interviene qualche performer sul palco. Malus, invece, per chi si siede, usa l’autotune, compie errori nel testo durante l’esibizione. «Non ci aspettavamo un successo del genere – commenta Giacomo Piccinini, uno dei fondatori – Viviamo momenti di preoccupazione mista ad emozione, siamo cresciuti molto rispetto alla prima edizione, speriamo che il pubblico da casa vedendoci si diverta quanto noi». 


Così, tutta la commissione esaminatrice si è data appuntamento al teatro di Porto Sant’Elpidio, ribattezzato per l’occasione Apiston, per visionare le esibizioni e assegnare i punteggi agli artisti in gara. I membri della FIF , che sta per Federazione italiana Fantasanremo, sono Giacomo Piccinini, Matteo Sanguigni, Damiano Cori, Marina Mannucci, Gianluca Palma, Massimo Mannucci, Giacomo Artico, Nicolò Peroni. «E’ un gioco nato per seguire il Festival divertendoci con gli amici – spiegano ancora gli ideatori - Tutti noi, in un modo o nell’altro, lavoriamo nel settore dello spettacolo e in quest’anno abbiamo visto il nostro lavoro calare vertiginosamente. Entrare in teatro è una bella soddisfazione e speriamo che questo sia un modo per riflettere sul problema e trovare una soluzione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA