Parcheggi sul lungomare, mozione per spostare la rete della Fim: «Lì si possono ricavare altri 50 posti»

Parcheggi sul lungomare, mozione per spostare la rete della Fim: «Lì si possono ricavare altri 50 posti»
Parcheggi sul lungomare, mozione per spostare la rete della Fim: «Lì si possono ricavare altri 50 posti»
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 06:40

PORTO SANT’ELPIDIO - Storica fabbrica di concimi sul lungomare Faleria, il capogruppo di Fratelli d’Italia propone l’arretramento della recinzione. Continua a far discutere la ex Fim ma più che di bonifica, stavolta, si parla di parcheggi.

 

La mozione di Giorgio Marcotulli impegna sindaco e giunta ad attuare le iniziative necessarie per arretrare di un metro la recinzione «al fine di realizzare aree di sosta a norma di legge e così risolvere l’annoso problema di sicurezza in quel tratto di strada – dice –. D’estate la mancanza di aree parcheggio diventa un problema serio per l’affollamento di turisti nelle spiagge prospicienti. È stato fondamentale il confronto in Provincia (martedì, ndr) con il dirigente Roberto Fausti del settore Ambiente, gestione rifiuti e bonifica siti inquinati» informa il consigliere comunale, che fa sapere come i chiarimenti del funzionario provinciale siano stati utili. «Abbiamo appreso che il tratto prospiciente la via pubblica non è inquinato, lo dicono le analisi. Dunque si può modificare la perimetrazione di bonifica. Il Comune può autorizzare l’arretramento».
 

I lavori
La problematica è risaputa e recentemente si è resa più evidente, dopo che è stata rifatta la segnaletica a terra. È stata prevista una larghezza ridotta della carreggiata per un tratto di 250 metri, stalli per motorini, ma «spostando all’interno la recinzione si potranno realizzare 50 parcheggi in tutta sicurezza» dice Marcotulli, che ringrazia il consigliere provinciale Diego Mandolesi: «Ci ha supportato in questo primo confronto con il dirigente e sono certo che l’amministrazione vorrà cogliere l’opportunità per una città che punta sul turismo».
 

La zona
La rete metallica da spostare a ovest delimita il territorio da bonificare attorno alla vecchia cattedrale. La rete sorretta da paletti in ferro dall’area a sud dell’Orfeo Serafini arriva all’area di parcheggio per Camper, da Kite Surf a Frontemare Parking. Tutto il lato ovest della carreggiata è senza parcheggi e la una zona è sempre molto transitata. C’è sempre un gran via vai. «Per mettere in sicurezza è necessario allargare la carreggiata di 100 cm – scrive Marcotulli nella mozione – siamo consapevoli del fatto che la variante al progetto di bonifica, risalente a 5 anni fa, ha individuato stralci funzionali e in quell’occasione non si era tenuto in considerazione uno stralcio per la fascia di parcheggi, tuttavia si potrebbe ricomprendere un intervento più ampio». Il consigliere chiede all’amministrazione di «verificare la fattibilità dell’intervento per migliorare la sicurezza stradale e per venire incontro alle esigenze di residenti, commercianti e turisti di passaggio». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA