Palme numerate, fiori e nuovi giochi a Porto Sant'Elpidio: «Nasce la città del mare e dei colori»

Palme numerate, fiori e nuovi giochi a Porto Sant'Elpidio: «Nasce la città del mare e dei colori»
Palme numerate, fiori e nuovi giochi a Porto Sant'Elpidio: «Nasce la città del mare e dei colori»
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Maggio 2024, 03:00 - Ultimo aggiornamento: 11:55

PORTO SANT’ELPIDIO Restyling totale e ad alto impatto visivo con 295mila euro investiti nel triennio sul verde, nuove aiuole, nuovi fiori e massima attenzione alle palme oltre alla pista ciclabile e ai giochi per bambini. Per giugno avremo un lungomare nuovo e nuovi fiori in via Battisti, il Comune rivede anche i parchi giochi per bambini nei quartieri. E' un enorme lavoro, del quale si è fatto carico il vicesindaco Andrea Balestrieri supportato dall’ufficio tecnico e dal capogruppo consiliare Giorgio Marcotulli. Un lavoro al quale Balestrieri si è dedicato da subito dopo l’insediamento, e non ha lasciato niente al caso. Per la tempestività d’intervento addirittura ci sono le palme numerate, sono 360 e saranno 360 etichette, così da individuare in velocità i problemi per intervenire senza perdere tempo.

Le aree

C’è la mappatura delle palme a rischio nelle vie Leopardi, Cervi, Monte Nerone, sul lungomare.

L'investimento sul verde è di 100mila euro per il lungomare Faleria e Centro e in via Battisti, più 25mila euro per giochi e arredo urbano e altri 50mila euro per sistemare la pista ciclabile a Sud fino alla Fim, tra cordolo e asfalti. Per le palme il costo è di 40mila euro l’anno per 3 anni, s'interviene su 280 esemplari di conifere e 360 palme. C’è un’anagrafe arborea depositata in ufficio.

Un lavoro che punta sulla ribattezzata città del mare e dei colori, come dice il sindaco Massimiliano Ciarpella. «Fra i vari interventi in cantiere, questo sul verde era uno dei più importanti, andiamo a riqualificare tutto il lungomare come mai è stato fatto prima, concludiamo la riqualificazione in centro tra via Principe Umberto e via Battisti e la ciclabile alla Faleriense». Balestrieri spiega nel dettaglio i punti salienti: «Siamo già partiti con la riqualificazione del verde, dalla piattaforma di pallacanestro all’estremo sud, con tratti di lungomare riqualificati, nuove essenze arboree e nuove piantumazioni».

L’incarico

«Abbiamo individuato piante a bassa manutenzione, resistenti alla siccità, studiate dal paesaggista che lavorerà con la ditta del centro giardinaggio Pellegrini. Sono piante resistenti anche ai vandali, studiate per luoghi di grande passaggio come il nostro lungomare. Lunedì (domani, ndr) parte la piantumazione in via Battisti di lagerstroemia per un bellissimo tocco di colore sul corso centrale. A seguire partono i lavori sul lungomare e ci siamo prefissi di portarli a termine nel mese di giugno.

Grandi isole di verde e fiori caratterizzeranno la costa e dalla prima settimana di giugno partirà l’affidamento a una ditta specializzata per il trattamento delle palme, abbiamo individuato in fiera a Milano la ditta leader in Italia per il trattamento contro le processionarie e andremo ad intervenire tra via Pesaro, Legnano, Costa in funzione preventiva. Sono due trattamenti, per la processionaria e per il punteruolo rosso. Abbiamo pagato troppo caro l’abbattimento delle palme, non ci possiamo permettere altre perdite del patrimonio arboreo».

Balestrieri tiene a ringraziare il personale dell’ufficio tecnico e il consigliere Marcotulli che sono stati fondamentali, dice, nella pianificazione degli interventi. In quanto ai parchi, la scelta è di cominciare con quelli delle frazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA