Maxi blitz dei carabinieri nei cantieri, multe salate e quattro imprenditori edili denunciati

Sabato 7 Maggio 2022 di Sonia Amaolo
Maxi blitz dei carabinieri nei cantieri, multe salate e quattro imprenditori edili denunciati

PORTO SANT’ELPIDIO  - Quattro imprenditori denunciati dai carabinieri a Porto Sant’Elpidio. Sono titolari di imprese edili o di carpenteria metallica. Le violazioni riguardano le condizioni di sicurezza, l’omessa adozione di dispositivi di protezione individuale e la mancanza di protezione dei lavoratori impiegati sulle impalcature e sul ponteggio metallico non ancorato alla struttura portante in calcestruzzo.

 

Situazioni pericolose che hanno portato gli ispettori del lavoro ad adottare provvedimenti nei confronti di un’impresa. L’attività imprenditoriale è stata sospesa e, nel corso del controllo, sono state contestate nove infrazioni penali ed amministrative per 34mila euro di multa, oltre 30mila euro di ammenda, cui si aggiungono 3mila euro quale sanzione accessoria connessa al provvedimento di sospensione. Continuano a riservare sorprese i controlli dell’Arma in questi giorni, ma non deve temere chi rispetta le normative di sicurezza. Obiettivo: evitare gli infortuni sul lavoro. I militari della Compagnia di Fermo con l’Ispettorato del Lavoro di Ascoli e i Forestali di Fermo hanno passato in rassegna i cantieri e il risultato è che sono state denunciate quattro persone ieri mattina.

Altre denunce c’erano state la mattina precedente. I controlli hanno visto gli uomini di Fermo coordinati dal tenente colonnello Nicola Gismondi con l’Ispettorato ascolano e i colleghi forestali di Montegiorgio. Il servizio era diretto all’edilizia. Sono state identificate 12 persone, di qui 4 stranieri, e 7 veicoli di vario genere. I controlli si sono concentrati all’interno di un cantiere allestito a Porto Sant’Elpidio, dove sono state accertate una serie di violazioni.

Nelle prossime settimane proseguiranno controlli di questo tipo, in questo specifico settore - perché la salute e l’incolumità dei lavoratori sono la priorità assoluta - sottolinea l’Arma. I blitz servono a verificare il rispetto delle norme, servono a capire se ci sono tutte le autorizzazioni, le attrezzature adeguate e se i lavoratori sono regolari. I controlli erano scattati martedì e stanno proseguendo in questi giorni, non solo a Porto Sant’Elpidio ma su tutta la costa, a Fermo, a Porto San Giorgio.

In tre giorni tra martedì e giovedì sono state identificate 20 persone, 6 sono state denunciate per 37mila euro di multa in totale. L’idoneità dei macchinari e la formazione del personale sono le prime cose che i carabinieri e l’ispettorato vanno a guardare. Fondamentale è la sicurezza dei lavoratori interessati a mestieri pericolosi, come nel caso degli impiegati sui ponteggi.

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA