Fugge dal supermercato con due confezioni di detersivo: in carcere il ladro seriale dei negozi

Martedì 29 Giugno 2021 di Nicola Baldi
Porto Sant'Elpidio, fugge dal supermercato con due confezioni di detersivo: in carcere il ladro seriale dei negozi

PORTO SANT'ELPIDIO - Dopo l’arresto della Squadra Mobile nei confronti del giovane destinatario di un ordine di carcerazione per il danneggiamento e il furto su due auto della polizia locale di Fermo, ancora un colpo della Volante che ha assicurato alla giustizia un ladro seriale di circa 40 anni dell’Est Europa che aveva scelto l’Italia per vivere del provento di furti.

Carlo e Mario, 58 e 57 anni, camionisti, morti nell'inferno sull'autostrada A14. Il rallentamento per un cantiere innesca la carambola

 

I controlli

In un supermercato di Porto Sant’Elpidio ha messo a segno l’ennesimo furto ma questa volta gli è andata male. Il ladro, vestito con una tuta da lavoro, il cui vagare tentando di non essere notato tra gli scaffali delle merci esposte non era passato inosservato dal titolare del punto vendita, ha superato la barriera delle casse facendo attivare il dispositivo antitaccheggio ma cercando di allontanarsi dal negozio correndo. L’uomo è stato inseguito dal titolare che dopo alcune decine di metri è riuscito a raggiungerlo e a fermarlo e si è fatto riconsegnare la merce sottratta, due confezioni di detersivo per un valore di pochi euro. In quel momento è giunta sul posto la Volante. L’uomo è stato denunciato per il furto aggravato. Dalla verifica dei numerosi precedenti a carico per decine di reati contro il patrimonio commessi in diverse parti del territorio nazionale, lo straniero, senza fissa dimora in Italia, era destinatario di due diversi ordini di carcerazione emessi alcuni mesi fa rispettivamente dai Tribunali di Bologna e di Brescia per diversi furti. Dopo aver proceduto alla denuncia, l’uomo è stato accompagnato in carcere dove sconterà la pena definitiva e ancora dove, quasi certamente, verrà raggiunto da ulteriori provvedimenti detentivi dei Tribunali delle zone dove ha più volte colpito.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA