Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Trova un inquilino abusivo nel letto di casa, lo choc del proprietario. Scatta la caccia al fuggitivo

Trova un inquilino abusivo nel letto di casa, lo choc del proprietario. Scatta la caccia al fuggitivo
di Sonia Amaolo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 30 Novembre 2020, 03:40

PORTO SANT’ELPIDIO - Occupazioni abusive, il problema dei disperati in cerca di un tetto per dormire la notte si sposta da Lido Tre Archi a Porto Sant’Elpidio. Ieri mattina il proprietario di un’abitazione disabitata al Borgo Marinaro, zona centralissima, si è trovato a tu per tu con un estraneo in casa: un ragazzo di colore stava dormendo sul letto in camera. Non si capisce come sia entrato né da quanto tempo fosse lì. Essendo stato scoperto si è messo a correre, inseguito da chi non sarebbe mai riuscito a raggiungerlo, se non fosse arrivato in aiuto un uomo che si trovava a passare da quelle parti. C’è stata quindi la segnalazione al 112 e i carabinieri hanno potuto fermare e identificare l’individuo in fuga.

Un po’ col fiato sospeso si è ritrovato il centro città all’ora di pranzo, con la caccia all’abusivo tra le vie Principe Umberto, Dalmazia e Umberto I fino a piazza Garibaldi. Si sono ritrovati sul posto, insieme ai militari dell’Arma, l’assessore alla sicurezza Vitaliano Romitelli e i consiglieri Sergio Ciarrocca e Andrea Balestrieri. «C’era un ragazzo che dormiva in quella casa – spiega Romitelli - qualcuno ha dato l’allarme, c’era il proprietario, un cittadino volenteroso con grande senso civico ha aiutato le forze dell’ordine a fermare quel giovane evidentemente indigente».

Secondo Balestrieri, oltre che consigliere comunale, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia «andrebbero censite tutte le case disabitate di Porto Sant’Elpidio e chiusi gli ingressi in maniera tale da evitare intrusioni. Mi domando: quanti immobili sono occupati abusivamente? Mi complimento con il cittadino che non si è girato dall’altra parte ed è corso dietro all’uomo in fuga, bloccandolo» chiosa il consigliere. E, visto che l’amministrazione è sul punto di firmare una convenzione con i privati per la vigilanza privata, la invita a dialogare con l’opposizione: «La sicurezza non ha un colore politico - afferma - i partiti di minoranza vanno interpellati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA