Ladri nelle case e ville isolate ndi Porto Sant'Elpidio, i cittadini-vedette si mobilitano per fermare i furti

Case e ville isolate nel mirino dei ladri a Porto Sant'Elpidio, i cittadini-vedette si mobilitano per fermare i furti
Case e ville isolate nel mirino dei ladri a Porto Sant'Elpidio, i cittadini-vedette si mobilitano per fermare i furti
di Sonia Amaolo
3 Minuti di Lettura
Giovedì 8 Dicembre 2022, 03:05 - Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 09:29

PORTO SANT’ELPIDIO - Si torna a parlare di controllo del vicinato a Porto Sant’Elpidio, non a Cretarola stavolta, cioè non nel quartiere che ha lanciato il progetto qualche anno fa: risulta si sia arenato o comunque abbia ridotto di molto l’operatività. Di controllo del vicinato si torna a parlare in un’area non tanto distante da Cretarola, la zona di campagna che collega la città a Sant’Elpidio a Mare e che ha sicuramente bisogno di qualche accortezza in più. 


La strategia


Non bastano i sistemi di videosorveglianza privati, nelle ville, non bastano le pattuglie che, bisogna dagliene atto, tra Questura e Carabinieri fanno un lavoro certosino con un dispiegamento quotidiano di uomini e mezzi notevole, una presenza costante sul territorio elpidiense. Comunque resta scoperta appunto l’area di campagna tra Porto Sant’Elpidio e Sant’Elpidio a Mare, dove ci sono tante belle case e disponibilità di denaro, dunque è una zona che ingolosisce da sempre i malviventi. Difatti si sono ripresentati dopo un anno di calma, di questi giorni le raffiche di furti “a filotto” hanno ridato un’impennata all’allerta furti nelle case. Le segnalazioni arrivano dalle vie solitamente prese di mira in quella zona: via Pescolla, via Elpidiense e la provinciale Corvese.


I timori


I topi d’appartamento si sono rifatti vivi in questa zona extraurbana gettando nuovamente nel panico i residenti. Da Cretarola al confine con la città alta, i ladri vanno in giro nelle case nel tardo pomeriggio e l’altro giorno hanno messo a segno almeno tre colpi, in una villa sarebbero riusciti ad appropriarsi di beni di ingente valore, per qualche migliaio di euro tra oro, gioielli e orologeria, tutti prodotti rivendibili sul mercato nero, comunque appetibili e facili da gestire per i banditi che sanno come far fruttare il bottino: si sa come vanno queste cose, con i Compro Oro che ci sono in giro, basta fondere bracciali e braccialetti per evitare di finire nel mirino delle forze dell’ordine. Ma i residenti si sono attrezzati, hanno creato un gruppo WhatsApp per il controllo del vicinato, gruppo che in questi mesi sarebbe stato sempre vigile e si prepara a rinforzare la guardia nel periodo delle festività natalizie.


L’impegno


Allo stesso modo si è creato a sua volta un nucleo ristretto all’interno del gruppo di controllo, con persone che si sono prese l’incarico di segnalare situazioni sospette a Questura, Carabinieri, Polizia municipale. Gli agenti di piazza della Repubblica in questi casi possono dare il loro contributo in supporto a Polizia di Stato e i militari dell’Arma, sia per le operazioni sul campo che per le indagini. Un aiuto in più per le forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA