Folle fuga in due in contromano sullo scooter rubato: uno acciuffato, era già stato espulso

Giovedì 28 Gennaio 2021
Porto Sant'Elpidio, folle fuga in due in contromano sullo scooter rubato: uno acciuffato, era già stato espulso

PORTO SANT’ELPIDIO - Continuano i controlli a tappeto sulla costa,. in particolare la zona di Porto Sant’Elpidio. La Volante della Questura ha denunciato uno straniero trentenne per i reati di ricettazione di uno scooter oggetto di furto, per aver fornito false generalità agli operatori e per il porto abusivo di arnesi atto allo scasso. L’altra sera, poco dopo le 21, gli agenti, a Porto Sant’Elpidio, hanno individuato un ciclomotore con in sella due persone che percorreva la strada contromano e che non si è fermato all’alt.

 

Durante la brusca manovra, dalla tasca del conducente è caduta una pinza multifunzione spesso utilizzata dai ladri per forzare le serrature di auto e di porte. Immediato l’inseguimento della Volante che ha costretto il conducente del ciclomotore a immettersi in una stradina laterale del centro nella quale il mezzo è stato abbandonato a terra e dalla quale i due fuggitivi hanno tentato di dileguarsi, correndo in direzioni differenti. Solo il conducente, uno straniero nordafricano clandestino trentenne, che aveva tentato di nascondersi in un garage, è stato subito rintracciato dagli operatori e ha fornito le proprie generalità, che non poteva dimostrare per la mancanza di documenti. Inoltre aveva anche un cacciavite di grosse dimensioni. Lo stesso motorino era stato rubato in zona una settimana fa. Per l’impossibilità di restituirlo al proprietario al momento assente, è stato sequestrato e affidato ad una depositeria autorizzata. Accompagnato in Questura e fotosegnalato, è risultato che lo straniero aveva dichiarato generalità false e che, con quelle corrette, aveva precedenti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti commessi in centro Italia e recentemente nella provincia di Macerata oltre che essere già destinatario di un decreto di espulsione. E’ stao quindi denunciato per la ricettazione del ciclomotore, per il porto abusivo degli arnesi atti allo scasso, che sono stati sequestrati, e per aver fornito false generalità. E’ stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per i provvedimenti amministrativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA