Fonte di Mare piange la scomparsa di Maria Marozzi. Era titolare di un tomaificio, molto impegnata nell’associazionismo

Lunedì 27 Dicembre 2021
Fonte di Mare piange la scomparsa di Maria Marozzi. Era titolare di un tomaificio, molto impegnata nell associazionismo

PORTO SANT’ELPIDIO -  Se ne è andata appena prima di Natale, dopo una fulminea malattia, scoperta quando ormai era troppo tardi. Lutto a Porto Sant’Elpidio per la morte, a 74 anni, di Maria Marozzi, più conosciuta tra la cittadinanza come “Marì de tribbulatu”. Era titolare di un tomaificio al quale ha dedicato tutta la sua vita lavorativa.

 

Una figura molto stimata nell’ambiente calzaturiero ed apprezzata in paese, anche per l’impegno attivo nell’associazionismo. In molti la ricorderanno con la sua grinta e simpatia, per tanti anni, tra i protagonisti del Premio de lu cazolà. Della squadra del quartiere Fonte di Mare, di cui è stata una colonna per quasi tutte le edizioni della manifestazione, Maria era una colonna, oltre che una stretta collaboratrice.

Realizzata a livello professionale e nella vita, Maria aveva perso qualche anno fa il marito, ha lasciato due figli, Lorenzo ed Alessandra. A piangerla i tanti familiari ed amici che l’hanno conosciuta ed amata. Appena qualche settimana fa gli accertamenti che hanno rivelato un male che ormai non le lasciava molto tempo da vivere. I funerali si sono celebrati la mattina della vigilia di Natale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA