Feste agli sgoccioli, funziona il cartellone formato famiglia: «Impegno in sinergia per i nostri negozianti»

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Sonia Amaolo
Feste agli sgoccioli, funziona il cartellone formato famiglia: «Impegno in sinergia per i nostri negozianti»

PORTO SANT’ELPIDIO - L’Epifania tutte le feste porta via, con oggi si chiude il periodo festivo e Babbo Natale trasloca. Dall’igloo di piazza Garibaldi riprende la strada di casa e se ne torna al circolo polare artico. Al suo posto s’insedia la Befana. E ne vedremo delle belle, befane a parte. Dalle 10 alla parrocchia della Santissima Annunziata si può visitare il presepe di Angelo Medaglia. Il pomeriggio in centro è dedicato alle famiglie con bambini, ci sono attrazioni itineranti e lo spettacolo sponsorizzato dal supermercato Si con Te. Alle 18 c’è la premiazione della vetrina meglio allestita con l’evento organizzato dalla Cna e da Vivi il Centro.

 

 
L’intesa
Hanno collaborato, con l’amministrazione comunale, le associazioni di categoria. I privati che si mettono in gioco. Il gioco di squadra per vivacizzare il centro delle città, piccole e grandi, è necessario. Sono tempi duri e l’unione fa la forza. Non siamo ancora riusciti a liberarci del Coronavirus e delle conseguenze che si trascina dietro sul piano economico e sociale. I ristoranti sono in agonia e per i negozi di generi alimentari non va tanto meglio, a partire dai supermercati. Mentre l’anno scorso queste realtà hanno registrato un boom di vendite per il pranzo di Natale e per il cenone di Capodanno, quest’anno è stata fiacca pure per loro. La gente si dà al risparmio. Perfino i fuochi d’artificio hanno accorciato la miccia. «Dobbiamo imparare a convivere con i momenti meno redditizi», dice il direttore del supermercato Sì con Te.


Il futuro
Per Giacomo Manuali «non possiamo pretendere sempre il massimo, bisogna essere realistici e sapersi adeguare. Diciamo che sono soddisfatto di come sono andate le feste, considerando il periodo che stiamo vivendo. Se l’anno scorso abbiamo registrato guadagni stratosferici, quest’anno è stato al di sotto delle previsioni ma nel complesso è andata bene». Questa, senza infingimenti, è l’aria che tira. In questo contesto difficile ben vengano le manifestazioni. Anche per tenere su il morale. «Ben vengano le iniziative che possono deviare la mente da questa pandemia e farci passare qualche momento di felicità – dice ancor Manuali – è giusto partecipare agli eventi, il paese va tenuto vivo». L’assessore al Commercio Patrizia Canzonetta è soddisfatta del Natale 2021: «Le famiglie hanno apprezzato – dice – abbiamo tenuto botta, abbiamo fatto bene a dare la preferenza a iniziative all’aperto, itineranti, perché abbiamo evitato assembramenti. C’è stato un riscontro positivo anche da parte dei commercianti».


I protagonisti
Oggi sono proprio loro i protagonisti. Seppure hanno poco da festeggiare. Il calo degli acquisti rispetto all’anno scorso è accertato. Secondo Federconsumatori si registra una diminuzione del 2,2% rispetto al 2020. Le famiglie hanno speso meno per i regali, sulla spinta degli aumenti di prezzo di molti prodotti e materie prime. Dagli addobbi ai giocattoli, dal cibo alle nuove tecnologie. Il carburante è un salasso, la gente rinuncia a viaggiare. Risultato: meno persone in giro, meno shopping. Meno tutto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA