Bollette mai pagate a causa del Covid: dal Comune una mano alle famiglie. Ecco lo stanziamento e per cosa serve

Martedì 7 Dicembre 2021 di Sonia Amaolo
Bollette mai pagate a causa del Covid: dal Comune una mano alle famiglie. Ecco lo stanziamento e per cosa serve

PORTO SANT’ELPIDIO -  Ci sono trecentoventimila regali sotto l’albero per le famiglie di Porto Sant’Elpidio a Natale. Soldi per pagare le bollette, le morosità della Tari e della mensa, per i pacchi alimentari e i contributi per l’affitto. Il Comune riscalda l’atmosfera ed è già festa. 
 
Mentre i Servizi sociali stanno procedendo proprio in questi giorni con i bonus alle persone che ne hanno fatto richiesta e sono rientrate nella graduatoria, la giunta decide di metterci qualcosa in più rispetto alle previsioni. Così, ai 243.800 euro di bottino iniziale, e in via di distribuzione, si aggiungono 80.300 euro messi a disposizione dall’Ente locale. Le richieste di aiuti arrivate nella sede municipale non bastavano a coprire tutti e per questo, all’inizio del mese, l’amministrazione ha deciso di fare di più, più aiuti ai bisognosi. Per le derrate alimentari si è messa a disposizione la somma di 17.500 euro, sono i pacchi alimentari per gli indigenti iscritti negli appositi elenchi depositati ai Servizi Sociali tramite le associazioni di volontariato che sono attive e prestano assistenza. Gruppi di persone che tutto l’anno distribuiscono pacchi agli indigenti. 

Per ottimizzare i tempi e raggiungere più facilmente l’utenza i fondi destinati ai beneficiari saranno quietanzati direttamente alle associazioni che regolarmente riforniscono le famiglie. Con questi 17.800 euro le associazioni devono destinare metà del budget all’acquisto di prodotti freschi, in particolare carne, prodotti solitamente non presenti nei pacchi alimentari. Devono garantire, inoltre, una distribuzione della spesa per ogni pacco proporzionata al numero di componenti del nucleo familiare assistito. La somma destinata alle associazioni e finalizzata ai pacchi è così ripartita: 10.000 euro per Il Samaritano, 5.000 euro per il Gruppo di Volontariato Vincenziano, 2.500 euro per l’associazione “Vicino a te”. E’ stato disposto anche di destinare 62.720 euro quale integrazione comunale al contributo, finanziato con fondi regionali, per il pagamento dei canoni di locazione 2021. Su questo fronte si assegnano 280 euro a 194 utenti in fascia A e 140 euro a 60 utenti in fascia B.

«L’emergenza sanitaria ancora in corso ha messo a dura prova la stabilità economica di molti nuclei familiari – dice il sindaco Nazareno Franchellucci – per questo abbiamo voluto integrare gli aiuti del Governo con risorse nostre, per far trascorrere un Natale più sereno a chi ha bisogno, con aiuti trasversali riguardanti bollette, affitti, alimenti, tassa rifiuti e mensa». L’assessore al Bilancio Marco Traini evidenzia «arrivano nuove e continue richieste di aiuto. Abbiamo cercato, quindi, di individuare le necessità primarie. Ringrazio le associazione di volontariato che, come al solito, si sono rese disponibili a collaborare con il Comune per la distribuzione dei pacchi alimentari

© RIPRODUZIONE RISERVATA